Home»Cultura e territorio»Unifg, Anno accademico 2016/17, superate le 3000 matricole: incremento record

Unifg, Anno accademico 2016/17, superate le 3000 matricole: incremento record

3064 nuovi iscritti contro i 2157 dello stesso periodo dell'a.a. 2015/16. Autentico boom di Scienze investigative (568 studenti)

Al 14 dicembre 2016 – ovvero alla prima ricognizione statistica ufficiale, pagamento della prima rata delle tasse universitarie – gli immatricolati all’anno accademico 2016/17 dell’Università di Foggia sono 3064. Addirittura 907 in più rispetto al rilevamento effettuato alla stessa data dell’anno accademico 2015/16, che invece aveva fatto registrare 2157 immatricolati. In termini percentuali, l’Università di Foggia fa registrare un incremento record delle sue matricole pari al 42% rispetto alla stessa data dell’anno accademico precedente. Il dato non è ancora definitivo: sicuramente ci sarà un aumento, dovuto alle immatricolazioni per i corsi di laurea magistrale che sono aperte fino ad aprile; ma potrebbero verificarsi anche altre variazioni, causate da quegli studenti che, pur avendo pagato la prima rata delle tasse, decideranno di non proseguire la carriera universitaria.

«Il dato che entusiasma – riferisce la prof.ssa Barbara Cafarelli, delegata del Rettore alla Statistica per la programmazione e la valutazione della qualità – è il confronto con le immatricolazioni registrate nei due anni accademici precedenti a quello in corso: dopo l’aumento del 2014/15 che ci aveva portato a 2720 immatricolati complessivi, e dopo il calo del 2015/16 che ci aveva attestato a 2405 nuovi studenti, quest’anno a immatricolazioni ancora aperte si registra un autentico boom. Cioè 3064 nuove matricole. A questo risultato ha significativamente contribuito l’ottima performance del nuovo CdL in Scienze investigative, che al suo debutto conta già 568 studenti. Vanno evidenziate anche le straordinarie risposte del CdL in Economia, che ha fatto registrare un incremento del 71,7%, passando da 99 (a.a. 2015/16) a 170 immatricolati (a.a. 2016/17); del CdL in Scienze dell’Educazione e della Formazione (+36,6%); e del CdL in Scienze delle attività motorie e sportive (+27,2%), risultato che premia la scelta dell’Ateneo di ampliare i posti a disposizione, proprio per far fronte alle domande che, negli anni scorsi, erano rimaste inevase. Ottime nuove anche dal CdL in Lettere e Beni culturali (triennale) che con un +12,9% inverte in positivo la tendenza degli ultimi anni. Vanno analizzate attentamente, invece, anche quei CdL triennali in perdita di studenti, ma la performance complessiva appare straordinaria».

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Vigilia del Cacciatore, l’aperitivo della tradizione con il Quartetto Dauno

Articolo successivo

De Leonardis: "Un rappresentante della provincia di Foggia nel nuovo cda di Aeroporti di Puglia"