Home»Cultura e territorio»Anche il Tar vuole il Gino Lisa: accolto il ricorso sblocca-lavori

Anche il Tar vuole il Gino Lisa: accolto il ricorso sblocca-lavori

Svolta per la questione Gino Lisa: la terza sezione del Tar Puglia ha accolto il ricorso del Comune di Foggia e del comitato "Vola Gino Lisa", entrambe le parti si erano opposte all’archiviazione della conferenza di servizi sull’aeroporto foggiano

Svolta per la questione Gino Lisa: la terza sezione del Tar Puglia ha accolto il ricorso del Comune di Foggia e del comitato “Vola Gino Lisa”, entrambe le parti si erano opposte all’archiviazione della conferenza di servizi sull’aeroporto foggiano, una decisione presa dal Provveditorato interregionale Opere pubbliche di Bari lo scorso gennaio e che impedisce la messa in opera dei lavori per l’allungamento della pista dello scalo di Capitanata.

«Il presidente della terza sezione, apprezzando le ragioni d’urgenza, ha invitato il Comune e Vola Gino Lisa a chiedere l’immediata fissazione dell’udienza pubblica per una pronta definizione del ricorso. Il Comune e il comitato hanno già presentato istanza per l’immediata fissazione dell’udienza pubblica e attendono l’indicazione della data dell’udienza» – riferisce in una nota il Comitato “Vola Gino Lisa”.

“Al contraddittorio si è presentato solo il Provveditorato interregionale Opere pubbliche, poichè nè la Regione Puglia, nè Aeroporti di Puglia, pur essendo stati chiamati in causa, si sono costituiti in giudizio. Ricordiamo, a tal proposito, che l’Enac (ente nazionale aviazione civile) ha già chiesto per conto di Aeroporti di Puglia la riapertura della conferenza di servizi del Gino Lisa in «seduta unica» per la presa d’atto dei pareri emessi da tutti gli enti pubblici consultati in circa sei anni di durata dell’indagine amministrativa. Dunque il Provveditorato Opere pubbliche potrebbe ora unificare le due richieste che approdano sostanzialmente alla stessa conclusione, fissando la data per la riapertura della conferenza” – continua nella nota il Comitato.

“Noi chiediamo la revoca della procedura di archiviazione e l’immediata approvazione del provvedimento di compatibilità urbanistica, dal momento che sono stati già acquisiti tutti i pareri. La richiesta dell’Enac mira invece a riaprire la conferenza di servizi che era già finita. Mi sembra una presa in giro. La questione per noi è chiara, il Tar invita a fare la cosa più logica: revocare l’archiviazione e fissate una seduta di chiusura per il provvedimento finale. Noi per parte nostra ci siamo già mossi, Comune di Foggia e comitato Vola Gino Lisa hanno già depositato istanza per l’immediata convocazione dell’udienza pubblica” – risponde l’avvocato Follieri alla Gazzetta del Mezzogiorno.

La conferenza di servizi rappresenta una concreta possibilità per riaprire la strada all’inizio dei lavori per la pista. Un’eventualità in cui crede Aeroporti di Puglia che ha pubblicato lo scorso 17 aprile l’avviso pubblico per l’esecuzione degli espropri sugli 11 ettari della testata 15 dove è previsto l’ampliamento.

Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Violazione degli obblighi, arrestato "sorvegliato speciale"

Articolo successivo

Arriva a Foggia DIRITTINTOUR: per una città a misura di bambino