Home»Cultura e territorio»Amiu Foggia, l’intesa tra Azienda e Sindacati votata al CdA

Amiu Foggia, l’intesa tra Azienda e Sindacati votata al CdA

Potenziato monte ore lavoro nei servizi di raccolta e passaggio a full-time per i dipendenti all'impianto di trasformazione

“Riteniamo apprezzabile il lavoro svolto nell’ambito dei tavoli di confronto riuniti tra i vertici dell’Azienda Amiu Puglia e i sindacati per affrontare le principali emergenze in materia di gestione dei rifiuti, orario di lavoro, esigenze organizzative in vista soprattutto dei prossimi adempimenti previsti dal Decreto Madia”.

A comunicarlo in una nota congiunta è la Segreteria territoriale dell’Ugl Igiene Ambientale di Foggia unitamente alla Rappresentanza Sindacale Unitaria di lista, all’indomani dei tavoli interlocutori di confronto, tenuti tra i rappresentanti della dirigenza Amiu Foggia, le RSU delle sigle Cgil, Cisl, Uil e Ugl, le Organizzazioni territoriali di categoria FP Cgil, Cisl Reti, Uil Trasporti, Fiadel, e l’Ugl Igiene Ambientale, rappresentata in entrambi le occasioni dalla RSU aziendale, Antonio Papa, in qualità di delegato designato dal Segretario provinciale di comparto, Giulio Bucci.

Per i sindacalisti l’intesa finale raggiunta nel corso della concertazione tra le parti e votata positivamente dal CdA, “può ritenersi, per ora, abbastanza soddisfacente.  Il riferimento, in particolare, va al passaggio a 36 ore per i 44 dipendenti dell’impianto di trasformazione di Passo Breccioso e l’aumento complessivo a 35 ore del monte orario lavorativo per tutti gli altri dipendenti. Gli orari rispettivamente di 35 e 36 ore saranno comprensivi dell’aumento contrattuale come previsto dall’accordo nazionale del 10 luglio 2016. Un’intesa che interpretiamo come un primo segnale di discontinuità con il passato. In ogni caso continua a restare prioritario riportare allo stesso regime lavorativo tutti i 324 dipendenti. Come Segreteria provinciale di categoria, infatti, avevamo proposto di estendere la definizione applicata ai dipendenti dell’impianto anche agli addetti che svolgono servizio h24 presso la portineria aziendale di Corso del Mezzogiorno, al fine di ottimizzare lo svolgimento del servizio e contribuire attivamente al miglioramento dello standard qualitativo delle attività al servizio della cittadinanza. Richiesta che al momento è stata accolta, ma esclusa dall’accordo finale. In modo unitario alle altre rappresentanza sindacali, inoltre, si era chiesto alla Direzione l’impegno a utilizzare le eventuali economie rivenienti dall’incremento della raccolta differenziata per allineare l’orario di lavoro di tutti i dipendenti, attraverso un unico settimanale. Per i prossimi giorni, restiamo comunque in attesa di conoscere l’esito della votazione dell’assemblea dei soci chiamati a pronunciarsi, il 4 aprile, sul Bilancio di previsione che Amiu presenterà. Con l’auspicio di ricevere presto ulteriori chiarimenti sul quadro di riferimento e le tempistiche necessarie per dare immediata eseguibilità all’intesa, come parte sociale ci siamo, infine, dichiarati favorevoli alla proposta del Direttore di nominare figure professionali già esistenti nell’organico aziendale per fronteggiare la situazione temporanea di aumentate esigenze tecnico-lavorative, in attesa delle procedure di selezione”.

Più nel dettaglio, ha chiarito il Direttore Generale, l’Ingegnere Antonio Di Biase, si è parlato di indire delle selezioni interne per la copertura delle posizioni, individuate le quali ed espletate tutte le procedure nell’arco di pochi mesi, dovrebbero consentire di delineare un’organizzazione certamente più funzionale dell’attuale. Criteri e cronoprogramma invece saranno stabiliti insieme: Azienda e organizzazioni sindacali. L’Azienda ha fatto sapere in aggiunta che partirà a breve un servizio di raccolta concentrico. Nello specifico si comincerà dal centro con il classico porta a porta, nelle zone semicentrali con la differenziata di prossimità – sempre con IEB stradali dotate di contenitori di più piccole dimensioni – mentre nelle zone periferiche si ipotizzano sistemi stradali con le isole ecologiche di base dotate di contenitori stazionari. Nel piano investimenti  è stato pertanto previsto l’acquisto di tutte le attrezzature e i mezzi necessari al conseguimento di risultati importanti per la Città di Foggia.

0
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

"Opera in Puglia": a Foggia La Traviata

Articolo successivo

Nucleo Anticrimine del ROS, il ringraziamento del Sindaco Landella

Nessun commento

Lascia un commento