Home»Cultura e territorio»A Ingegneria sbarca l’industria 4.0, UniFg e Politecnico “raddoppiano”.

A Ingegneria sbarca l’industria 4.0, UniFg e Politecnico “raddoppiano”.

I due Atenei stanno valutando l’incremento dell’offerta formativa del corso di laurea, sulla base del boom delle immatricolazioni (quasi +50% rispetto all’anno scorso) e delle risposte del territorio.

Probabile che abbia giocato un ruolo importante la cerimonia allestita in occasione del conferimento delle prime quattro lauree in Ingegneria dei sistemi logistici per l’agroalimentare, tenuta lo scorso 21 luglio presso l’I.T.T. Saverio Altamura – Leonardo da Vinci (sede del corso). Probabile che portare a compimento il percorso formativo dei primi studenti, dall’istituzione del nuovo corso di laurea alla discussione delle loro tesi per l’appunto, abbia finito per rivelarsi un moltiplicatore di entusiasmo e di interesse nei confronti di quella che, quattro anni fa, sembrava una scommessa difficile da vincere. Sta di fatto che il corso di laurea interateneo, tra l’Università di Foggia e il Politecnico di Bari, ha fatto registrare un deciso incremento delle immatricolazioni (dalle 47 dell’a.a. 2016/17 alle 70 del a.a. 2017/18, poco meno del 50% in più, senza contare che le procedure d’iscrizione sono ancora in corso) e si appresta a vivere una importante fase strategica e di potenziamento.
«I due Atenei stanno concretamente valutando l’opportunità di ampliare l’offerta formativa del corso di laurea in “Ingegneria dei sistemi logistici per l’agroalimentare” – argomenta il prof. Agostino Sevi, direttore del Dipartimento di Scienze agrarie, degli alimenti e dell’ambiente – offrendo ai nostri studenti contenuti didattici e scientifici riconducibili al protocollo ormai comunemente denominato “Industria 4.0”. Siamo, cioè, sul punto di avviare, e quindi di provare a consolidare, attività finalizzate allo sviluppo di piattaforme di controllo e di sistemi informativi nel settore della logistica dell’agroalimentare. Un cambio di passo, che dovrebbe strutturare, in maniera speriamo definitiva, questo corso di laurea, anche grazie ai primi segnali di collaborazione del territorio e delle istituzioni politiche e amministrative che lo rappresentano».
In questa fase di espansione giocherà un ruolo importante la Lotras SrL, uno dei più grandi operatori europei nel settore della logistica (ubicato in zona ASI – Incoronata, alla periferia Sud di Foggia). Il ruolo di Lotras SrL, a supporto del corso di laurea in Ingegneria dei sistemi logistici per l’agroalimentare, risulta prezioso sia perché si tratta di un’azienda di riferimento (nel settore) di spessore internazionale sia perché componente del Comitato di indirizzo del corso di laurea (organismo tecnico e scientifico finalizzato a orientare il corso stesso, nonché la formazione di profili e competenze che rispecchino le nuove esigenze del mercato del lavoro). «La nostra azienda – aggiunge l’amministratore unico di Lotras SrL, dott. Armando de Girolamo – fornisce materiale tecnico e umano per il confronto degli studenti con la realtà produttiva, nella nostra realtà aziendale abbiamo svolto attività di orientamento al corso di laurea e tirocinii pratici dei corsisti che hanno compreso, più da vicino e in maniera abbastanza diretta, cos’è la logistica integrata e di come si fa la logistica multimodale. Dal corso in “Ingegneria dei sistemi logistici per l’agroalimentare” ci aspettiamo che riesca a formare e motivare gli studenti a un necessario cambio di mentalità, la logistica dell’industria del futuro dev’essere ripensata sulla base del rispetto di un mondo veramente sostenibile. Non si tratta di spostare solo merci e persone, ma si tratta di concorrere a concepire un mondo in cui il dedalo di opportunità e di necessità risulti incastrato in modo coerente e soprattutto possibile, questo soprattutto in considerazione del fatto che l’agroalimentare continuerà ad essere, anche per i prossimi anni, un’attività produttiva di cui nessuno potrà fare a meno.»
Le modifiche e l’eventuale potenziamento dell’offerta formativa del corso di laurea in Ingegneria dei sistemi logistici per l’agroalimentare potrebbero essere apportate già durante l’a.a. 2017/18, nelle prossime settimane sono previsti incontri e tavoli programmatici – destinati a questo – tra l’Università di Foggia e il Politecnico di Bari.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Endoscopia digestiva: l’Ospedale “Tatarella” all’avanguardia

Articolo successivo

Botta ad un ginocchio per Guarna. In dubbio per Bari-Foggia