Home»Cronaca»Travolge l’autovettura dei Carabinieri per sottrarsi ad un controllo: arrestato

Travolge l’autovettura dei Carabinieri per sottrarsi ad un controllo: arrestato

Il ragazzo, L.S, cercava di evitare un controllo

I Carabinieri della Stazione di Cerignola, nel corso di controlli in varie zone conosciute quali piazze
di spaccio, hanno arrestato L.S, cl. '91, giovane di Stornara con alcuni
precedenti di polizia.

I militari, nel transitare in via Cassino, già teatro di svariati arresti e sequestri di droga, hanno notato
una Mercedes con targa bulgara ferma proprio davanti al "palazzo dello spaccio". I militari, quindi,
hanno deciso di controllare gli occupanti. L’autista ha però messo in moto il motore e ha
violentemente speronato l’auto di servizio, distruggendo tutta la parte anteriore, per poi darsi alla
fuga.
Diramate subito le ricerche, l’autista della Mercedes è stato riconosciuto nel Lafaenza che, resosi
irreperibile per qualche ora, è stato poi rintracciato e tratto in arresto. Risponderà dei reati di
resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e danneggiamento aggravato.
I militari, visitati presso l'ospedale di Cerignola, sono stati dichiarati guaribili in dieci giorni per
contusioni varie.

0
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Luca Nember è il nuovo Direttore Sportivo del Foggia

Articolo successivo

Spaccio e violazione degli arresti domiciliari: 3 uomini nei guai

1 Commenti

  1. Maria Giuseppina Incarnato
    20 novembre 2017 a 18:24 —

    Buongiorno sono la mamma di Savino, perché prima di sputtanare qualcuno non vi informate sulla veridicità dei fatti enunciati nell articolo di cui sopra?? Vi dovreste solo vergognare mio figlio ha solo 26 anni e avete pubblicato senza un minimo di conoscenza dei fatti. VERGONA. Starò qui ad aspettare l articolo di smentita non appena vi sara’ comunicato, però ovvio per fare questo ci vuole un grande atto di coraggio, che credo voi non avete. Fa più rumore un albero che cade che una foresta che cresce. Vi aspetto per ridare dignità a mio figlio.

    Tanto vi dovevo

Lascia un commento