Home»Cronaca»Terrorismo: fermati due tunisini che inneggiavano all’Isis e residenti a Foggia

Terrorismo: fermati due tunisini che inneggiavano all’Isis e residenti a Foggia

Si tratta di due fratelli tunisini che inneggiavano all'Isis e residenti a Foggia

Una operazione antiterrorismo coordinata dalla Dda di Bari ha portato all’esecuzione di due diversi provvedimenti nei confronti di due fratelli tunisini residenti a Foggia. Uno di loro è stato sottoposto a fermo per apologia di terrorismo e detenzione di armi. Al fratello, rintracciato a Padova, è stato notificato un decreto di espulsione. L’indagine della Digos di Bari, in collaborazione con quelle di Foggia e Padova e sotto il coordinamento della Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione (Ucigos), è finalizzata a “prevenire e debellare – si legge in una nota della Questura di Bari – il fenomeno dei cosiddetti lupi solitari ispirati dal Daesh”. Gli approfondimenti investigativi hanno consentito di accertare che entrambi i fratelli erano, via Facebook e con altre chat, in contatto con persone ritenute vicine all’estremismo islamico, condividendo anche sui social network post inneggianti all’Isis.

Fonte: Ansa.it

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

MAT Museo dell'Alto Tavoliere: aperture straordinarie per la festa del Soccorso

Articolo successivo

La Fismic estranea a qualsiasi atto illecito a favorire assunzioni