Home»Cronaca»Prima selfie, poi calci e pugni ed infine lo squarcio: cosi hanno vandalizzato il “Viaggiatore” di Scarinzi

Prima selfie, poi calci e pugni ed infine lo squarcio: cosi hanno vandalizzato il “Viaggiatore” di Scarinzi

I responsabili sono stati identificati grazie all'aiuto delle telecamere

Arrivano i primi dettagli sul danneggiamento alla statua del viaggiatore di Scarinzi. A quanto emerge dai filmati delle telecamere a circuito chiuso presenti in zona, tre individui si sarebbero avvicinati al monumento al viaggiatore di Scarinzi per poi vandalizzarlo brutalmente.

Nelle prime immagini, sembrava che i tre individui volessero soltanto immortalarsi con la statua scattando dei selfie, ma poi, improvvisamente, il tragico epilogo: calci e pugni diretti verso il monumento e senza alcun motivo ragionevolmente spiegabile se non quello di causare un danno ingiustificato alla comunità danneggiando un bene comune, un’opera donata alla città di Foggia e della quale tutti, foggiani e non, ne possono ammirare la bellezza e riflettere davanti al suo significato profondo.

I vandali, non contenti, hanno poi tirato fuori un taglierino con il quale hanno praticato uno squarcio alle spalle della statua. Il sindaco Franco Landella ha espresso nei giorni scorsi profondo rammarico per quanto accaduto, definendo idioti i responsabili del gesto.

Fortunatamente, i tre individui sono stati immortalati grazie all’aiuto delle telecamere e denunciati alle autorità competenti. I cittadini hanno espresso la loro indignazione avvalendosi soprattutto dei social dove, in tanti, hanno chiesto a gran voce una punizione esemplare per i responsabili.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Gnocchi con pesto di rucola e vongole

Articolo successivo

Foggia, ghetto dei bulgari. Camera Minorile di Capitanata: "Dal sopralluogo emerge una situazione gravissima"