Home»Cronaca»Pregiudicati sottoposti a Sorveglianza Speciale

Pregiudicati sottoposti a Sorveglianza Speciale

Sono stati ritenuti particolarmente pericolosi: per loro sono state adottate misure cautelari particolari

La Questura di Foggia ha notificato la misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale con Obbligo di Soggiorno, per periodi diversi fra 1 e 5 anni, ad otto pericolosi pregiudicati appartenenti alla criminalità comune ed organizzata locali.

Tali Misure sono state richieste al Tribunale di Bari, in base alla nuova normativa cd. “Codice Antimafia”, di cui al decreto legislativo 6 settembre 2011 n. 159 , come modificato dalla Legge 17 ottobre del 2017 n. 161.

Per 5 di loro, la richiesta è stata effettuata dal Questore di Foggia, per 3 di essi, invece, dal Procuratore della Repubblica di Foggia.

Infatti, gli organi competenti a richiedere tale misura di prevenzione personale al Tribunale di Bari, sono sia il Questore che il Procuratore, che, così come ormai accade sistematicamente in questa provincia, hanno lavorato in pieno coordinamento su tale materia, ritenuta dagli stessi di particolare efficacia per comprimere le azioni di pericolosi soggetti, in fase preventiva.

Le persone sottoposte a tale misura sono:

  1. A., classe 1987, di Foggia, soggetto gravitante nell’ambito della criminalità organizzata, nello specifico nel clan facente capo al gruppo MORETTI, con precedenti per traffico di droga, furto aggravato, evasione, detenzione di anni e rapina aggravata, anni 4;
  2. A., classe 1975, di Mattinata, soggetto gravitante nell’ambito della criminalità organizzata, nello specifico nel clan facente capo al gruppo “ROMITO” area garganica “Mattinata-Vieste-Manfredonia, con precedenti per detenzione illegale di armi, rapina, tentato omicidio, lesioni e sequestro di persona, estorsioni e stupefacenti, anni 3;
  3. P. M., classe 1987, di Orta Nova, anni 1;
  4. V. classe 1987, di Cerignola anni 2;
  5. L A. , di Orta Nova, classe 1986, anni 3;
  6. F. , di Manfredonia, classe 1987, anni 2;
  7. S. A di Foggia, classe 1983, anni 1 e mesi 6;
  8. E.N. di San Severo, classe 1977, anni 1;

Con tali misure la Polizia di Stato, nello specifico, appartenenti della Divisione Anticrimine e dell’Ufficio Misure di Prevenzione della Questura, e la Procura della Repubblica di Foggia hanno imposto ad 8 pericolosi pregiudicati, significative restrizioni della libertà personale, attraverso pesanti misure limitative, compreso l’obbligo di soggiorno nel comune di residenza e l’obbligo di stare a casa nelle ore serali e notturne.

La Sorveglianza Speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, si applica ai soggetti che vengono ritenuti pericolosi per la sicurezza e per la pubblica moralità ed, in particolare, a quei soggetti che, sulla base di elementi di fatto:

– debbano ritenersi abitualmente dediti a traffici delittuosi;

– si sospetta vivano abitualmente, per la condotta ed il tenore di vita, anche in parte, con i proventi di attività delittuose;

– siano sospettati di essere dediti alla commissione di reati che offendono o mettono in pericolo l’integrità fisica o morale dei minorenni, la sanità, la sicurezza o la tranquillità pubblica.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Ancora guai per l'aggressore di San Ferdinando di Puglia

Articolo successivo

#3 Viaggiando, s'impara.. - Rodi Garganico: l'oasi agrumaria nel borgo dei pescatori