Home»Cronaca»Serrati controlli del territorio: due persone in manette

Serrati controlli del territorio: due persone in manette

Manette ai polsi per un uomo classe 71'

Nella giornata del 27 maggio u.s., Agenti della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di San Severo e del Reparto Prevenzione Crimine di Vibo Valentia hanno tratto in arresto G. A. R., classe 1971, per il reato di evasione.

Gli Agenti nella serata hanno effettuato un controllo presso l’abitazione del suddetto, ma il Gentile risultava assente nonostante fosse agli Arresti domiciliari. Nello svolgimento del servizio di pattugliamento, gli uomini in divisa riconoscendo il detenuto sul Viale Garibaldi, immediatamente lo hanno bloccato e tratto in arresto. Su disposizione del Pubblico Ministero, Gentile è stato condotto presso la propria abitazione, in quanto veniva disposta nuovamente la detenzione domiciliare.

Nella stessa serata, gli stessi Agenti della Polizia di Stato, nel corso del servizio del controllo del territorio, hanno tratto in arresto A. A. E., classe 1968 Bulgaro, per possesso ingiustificato di documenti falsi, false dichiarazione sulla identità e sostituzione di persona.
Il Bulgaro fermato mentre circolava su una Fiat 500, insieme ad altre due persone, ha mostrato all’atto dell’identificazione, una carta d’identità bulgara originale completa di tutti i sistemi di antifalsificazione, ma sulla quale erano stati impressi i dati anagrafici di un cittadino esistente, senza precedenti di polizia, rispondente al nome di M. Z.

All’atto dell’identificazione presso il Gabinetto di Polizia Scientifica di Foggia, tramite il fotosegnalamento è emerso che oltre alle false generalità, a carico del Bulgaro vi era un provvedimento dell’Autorità Giudiziaria Bulgara, di rintraccio per reato di furto.
A. dopo le formalità di rito è stato condotto presso la Casa Circondariale di Foggia a disposizione della locale Procura della Repubblica.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Furto aggravato: in manette un georgiano

Articolo successivo

Controlli incessanti: la Polizia non dà tregua ai malviventi