Home»Cronaca»Sequestrato il Centro di Raccolta Comunale dei rifiuti: si scongiura un pericoloso inquinamento ambientale

Sequestrato il Centro di Raccolta Comunale dei rifiuti: si scongiura un pericoloso inquinamento ambientale

I Carabinieri scongiurano una pericolosa situazione di inquinamento ambientale

Nella mattinata di giovedi scorso, a San Marco in Lamis, i Carabinieri della locale Stazione e del N.O.E. di Bari, al termine di un servizio finalizzato al controllo degli impianti di gestione dei rifiuti hanno sequestrato il Centro di Raccolta Comunale dei rifiuti.

L’area in questione, dell’estensione di circa 4.000 mq, è stata sottoposta a sequestro preventivo in quanto risultata inidonea allo stoccaggio dei rifiuti per l’assenza di una pavimentazione adeguata e per la mancanza dei requisiti previsti dalla normativa di settore, interrompendo di fatto una situazione dalla quale derivava un importante inquinamento della zona circostante e salvaguardando l’ambiente e la salute dei cittadini della cittadina garganica.

Al momento del controllo, infatti, nell’area erano presenti cassoni ricolmi di rifiuti solidi urbani, e anche rifiuti speciali pericolosi. Dai compattatori presenti fuoriusciva del percolato, che a causa della mancanza di pavimentazione penetrava all’interno del terreno.

Dell’attività è stata quindi informata la Procura della Repubblica di Foggia per l’ipotesi di reato di illecita gestione di rifiuti, nonché di attività di deposito e stoccaggio di rifiuti speciali pericolosi e non, su area inidonea e priva della prescritta autorizzazione.

0
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Torna la Fiera del Libro di Cerignola: tre giornate all'insegna della letteratura e non solo

Articolo successivo

Foggia: Professioni sanitarie, oltre mille candidati per 372 posti disponibili

Nessun commento

Lascia un commento