Home»Cronaca»Sequestrato chiosco abusivo in Via Alfieri e arrestato il titolare

Sequestrato chiosco abusivo in Via Alfieri e arrestato il titolare

Furto di energia elettrica di 6.800 euro, occupazione abusiva di suolo pubblico e assenze di autorizzazioni amministrative

Continua l’impegno della Polizia di Stato al contrasto all’abusivismo e dei reati. Nell’ambito di un più ampio piano di controllo del territorio, mirante altresì al contrasto a 360° di tutte le forme di abusivismo, gli Agenti della Polizia di Stato del Reparto Prevenzione Crimine e dell’U.P.G.S.P della Questura di Foggia hanno tratto in arresto L.G., foggiano, classe 1961, per furto aggravato di energia elettrica.

Alle ore 09.00 circa del 13 marzo u.s., gli Agenti intervenuti, hanno effettuato un controllo presso un’attività commerciale sita in via Alfieri il cui titolare è il L.G.; nel corso degli accertamenti l’attenzione degli operatori è stata catalizzata dal contatore dell’energia elettrica che, nonostante numerosi elettrodomestici fossero in funzione, presentava il led rosso spento sinonimo di assenza di consumo di energia elettrica. Gli agenti hanno, pertanto, provveduto ad abbassare la leva del contatore verificando lo spegnimento istantaneo di tutti gli elettrodomestici; è stata subito richiesta la presenza di personale Enel per accertare l’ipotetico furto di elettricità. La verifica del contatore ha consentito di rilevare un allaccio abusivo con la chiara volontà di utilizzare in maniera fraudolenta l’energia elettrica attraverso un ingegnoso dispositivo elettromeccanico (teleruttore). Ulteriori accertamenti hanno permesso di quantificare l’ammontare del furto che è stato stimato in 6.820,00 euro.

Personale della Polizia Locale, giunto sul posto, ha curato gli aspetti illegali di natura amministrativa e penale dell’attività commerciale. La professionalità della Polizia Locale nell’intervento congiunto con la Polizia di Stato ha permesso di accertare altresì l’occupazione abusiva del suolo pubblico, l’abusività del bagno, con relativo allaccio al sistema di rete fognaria, nonché l’assenza di qualsivoglia autorizzazione amministrativa.

Il L.G. è stato sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione della Procura della Repubblica di Foggia.

L’impegno costante della Questura di Foggia nella lotta all’abusivismo in tutte le sue manifestazioni costituisce un monito ai malviventi. Continueranno nei prossimi giorni serrati e continui serrati controlli per il ripristino della legalità.

1
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

L'Università di Foggia ospite di Linea Verde.

Articolo successivo

Obbligo vaccinale: i dati della provincia di Foggia

Nessun commento

Lascia un commento