Home»Cronaca»Scarichi e fanghi abbandonati a ridosso del torrente Cervaro: sigilli al maxi depuratore

Scarichi e fanghi abbandonati a ridosso del torrente Cervaro: sigilli al maxi depuratore

Un maxi impianto di depurazione del consorzio Asi è stato sequestrato dai carabinieri del Noe di Foggia

Un danno ambientale al corso d’acqua più importante della Puglia per biodiversità, il torrente Cervaro. Un maxi impianto di depurazione del consorzio Asi è stato sequestrato dai carabinieri del Noe di Foggia per aver scaricato acque reflue oltre il limite e aver superato i limiti di deposito dei fanghi di depurazione. Il responsabile dell’impianto, gestito da General costruzioni srl e del valore di quasi 2 milioni di euro, è stato denunciato. Una perquisizione dell’impianto con l’Arpa ha anche permesso di accertare la completa inattività e l’abbandono di struttura e fanghi.

Fonte:Repubblica.it

0
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

A scuola di Puglia con GrandApulia

Articolo successivo

Arrestato a Barletta latitante foggiano

Nessun commento

Lascia un commento