Home»Cronaca»Rapina a mano armata ai danni di una farmacia: minorenne finisce in comunità

Rapina a mano armata ai danni di una farmacia: minorenne finisce in comunità

Aveva sottratto con la forza 1200 euro al farmacista

Nella giornata di ieri, 28 Marzo c.a., gli Agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Pubblica Sicurezza San Severo unitamente alla Squadra Mobile della Questura di Foggia hanno eseguito l’Ordine di applicazione della Misura Cautelare – emessa dal Tribunale per i Minorenni di Bari – di collocamento in Comunità nei confronti di un minore, pregiudicato di San Severo, M. M. L., per il reato di rapina pluriaggravata in concorso, avvenuto in data 2 Novembre 2017, ai danni di una Farmacia di San Severo.

Il malvivente si introduceva nell’esercizio, con il volto travisato e armato di pistola, unitamente al complice D.G.C., anch’egli travisato ed armato di coltello e a mezzo di minaccia nei confronti dei farmacisti e dei clienti presenti, riuscivano ad asportare l’intero incasso della giornata, quantificato nella somma di 1.200 euro circa.

La misura cautelare è stata possibile grazie ad un minuzioso lavoro d’indagine svolto dagli Agenti del Commissariato di San Severo con la Squadra Mobile, che ha consentito di raccogliere schiaccianti indizi di colpevolezza a carico del minore, in particolare, la comparazione di frammenti dattiloscopici e la ricostruzione dei fatti tramite l’esame dei fotogrammi delle diverse telecamere di sorveglianza che hanno ripreso le fasi dell’evento.

Non meno rilevanti sono state le testimonianze rese dagli appartenenti alle forze dell’ordine che trovatisi presenti ad alcune delle fasi della rapina, hanno consentito la ricostruzione e il riconoscimento del responsabile.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Foggia: Padre e figlio in manette per detenzione di sostanza stupefacente

Articolo successivo

Ricettazione e riciclaggio: in manette due foggiani