Home»Cronaca»Provvedimenti presi nei confronti di alcuni stranieri

Provvedimenti presi nei confronti di alcuni stranieri

In merito ad alcuni reati per cui sono stati fermati, gli agenti di Polizia hanno preso provvedimenti nei confronti di alcuni stranieri

Emessi provvedimenti nei confronti di alcuni stranieri
Emessi provvedimenti nei confronti di alcuni stranieri

In merito ad alcuni reati per cui sono stati fermati, gli agenti di Polizia hanno preso provvedimenti nei confronti di alcuni stranieri

Nella giornata di ieri 9 luglio 2018, il Questore di Foggia ha emesso un provvedimento di revoca del permesso di soggiorno nei riguardi di O.J., cittadino nigeriano, arrestato dagli Agenti della Polizia di Stato il 3 Luglio scorso, per aver tentato di strappare la borsetta di una donna ed aver successivamente aggredito con una inaudita violenza gli Agenti intervenuti per l’identificazione. Nei confronti del predetto gli Agenti della Polizia di Stato dell’Ufficio Immigrazione, analizzata la posizione giuridica hanno notificato, oltre alla revoca del permesso di soggiorno, anche il decreto di espulsione emesso dal Prefetto. Il medesimo dovrà lasciare il territorio nazionale entro sette giorni, non appena sarà dimesso dall’ospedale ove è ricoverato.

Nella stessa giornata, sono state analizzate le posizioni di altri tre stranieri responsabili di una rissa avvenuta nella zona adiacente al C.A.R.A il 7 Luglio scorso.

I tre, che riportavano ferite d’arma da taglio, sono ricorsi alle cure mediche presso l’infermeria situata all’interno del centro di accoglienza. L’attività d’indagine condotta dai Militari dell’Arma dei Carabinieri ha consentito di indagare in stato di libertà i tre soggetti per il reato di rissa aggravata. Parallelamente alle indagini di Polizia Giudiziaria, l’Ufficio Immigrazione della Questura di Foggia è intervenuta per esaminare la posizione giuridica dei tre indagati.

In particolare nei confronti di due degli stranieri gli Agenti della Divisione Anticrimine ha notificato un provvedimento di divieto di ritorno nel Comune di Foggia e Manfredonia, emesso dal Questore di Foggia, per tre anni. Nei confronti del terzo straniero è stato notificato, invece, dall’Ufficio Immigrazione, un provvedimento di espulsione emesso dal Prefetto e contestuale traduzione ed accompagnamento presso il  CPR ( centro di permanenza per il rimpatrio) di Bari per il rimpatrio in Costa d’Avorio.

0
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Presentati i dati pugliesi di Ecomafia

Articolo successivo

Condizioni delle strade, l'appello del circolo Che Guevara

Nessun commento

Lascia un commento