Home»Cronaca»Parcheggiatori e commercianti abusivi: fioccano daspo urbani

Parcheggiatori e commercianti abusivi: fioccano daspo urbani

Fenomeni sempre più diffusi, che destano preoccupazione sociale

Dall’inizio del mese di dicembre, nell’ambito dell’attività di prevenzione e controllo del territorio, sono stati disposti servizi mirati al contrasto del fenomeno illegale relativo alla presenza dei parcheggiatori abusivi e dei commercianti abusivi nel capoluogo, che desta notevole preoccupazione sociale.

Tali servizi, disposti in sede di Tavolo Tecnico Interforze, riunitosi in Questura, in seguito a quanto stabilito dal Comitato Provinciale di Ordine e Sicurezza Pubblica, prevedono l’impiego di equipaggi della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri, a supporto delle attività della Polizia Municipale, che ne ha la competenza, in tutte le aree della città dove si registra maggiormente questo fenomeno.

Nella settimana in corso sono stati conseguiti i seguenti risultati: martedì 12 dicembre un equipaggio del Reparto Prevenzione Crimine ha sanzionato e allontanato un soggetto, pregiudicato, che esercitava l’attività di parcheggiatore abusivo in c.so del Mezzogiorno; al predetto, oltre alla contestazione del verbale al Codice della Strada, è stata anche sequestrata la somma di denaro di cui è stato trovato in possesso, suddivisa in monete da 10, 20 e 50 centesimi.

Il giorno 13 dicembre, nel corso di un servizio mirato al contrasto del fenomeno dell’abusivismo commerciale, in Via Smaldone è stata smontata e sequestrata una struttura in legno, allestita per la vendita abusiva dei fuochi pirotecnici in occasione delle festività natalizie. Sono state elevate contravvenzioni a 5 soggetti, tutti pregiudicati, intenti alla vendita abusiva di frutta e verdura, con contestuale sequestro della merce e smontaggio delle strutture: due in viale Europa, angolo via Smaldone e tre in via D’Addedda.

Successivamente, in Viale XXIV Maggio, ang. P.zza Vittorio Veneto, sono stati sottoposti a controllo 5 cittadini di nazionalità marocchina, intenti alla vendita di merce varia (cinture, borse ed altro), regolari sul territorio nazionale; a loro carico sono state elevate sanzioni amministrative dalla Polizia Municipale in quanto, pur essendo muniti di autorizzazione alla vendita, erano in una zona interdetta a tale attività e, pertanto, sono stati allontanati.

Il giorno 14 dicembre, nel corso di un mirato servizio, sono stati sanzionati e allontanati 5 soggetti che esercitavano l’attività di parcheggiatori abusivi, dei quali: 2 in p.zza Martiri Triestini, 1 in Via Napoli nei pressi dell’Ospedale, 2 in Via Sprecacenere, nei pressi dei parcheggi del cimitero comunale.

In occasione del mercato comunale, ieri mattina 15 dicembre, in via Miranda – via Bonante, Agenti del Reparto Prevenzione Crimine, a supporto della Polizia Municipale, hanno fermato e identificato 4 soggetti che esercitavano l’attività di parcheggiatori abusivi, che venivano sanzionati ed allontanati dalla zona.

Sempre nel corso della mattinata di ieri, in p.zza Martiri Triestini sono state elevate 7 sanzioni per autovetture in sosta vietata. Attraverso la elevazione di sanzioni al codice della strada si intende disincentivare quei comportamenti che alimentano l’illecita attività dei parcheggiatori abusivi. Si è registrato difatti il paradosso che l’attività di questi ultimi viene svolta anche in aree urbane in cui vige il divieto di sosta, divieto sovente non rispettato da automobilisti “distratti”.

Inoltre, nei confronti di n. 3 soggetti trovati a porre in essere le predette attività è stato elevato verbale per il divieto di stazionamento, ai sensi dell’art 9 del Decreto Minniti (n. 48/2007); in caso di reiterazione, saranno segnalati al Questore per le valutazioni circa l’applicazione del Daspo urbano.

Tale attività si inquadra in una progettualità di lungo termine, finalizzata al presidio e controllo del territorio e all’aumento della percezione di sicurezza da parte del cittadino, nell’ambito della politica della Polizia di Prossimità per e fra la gente, scoraggiando, con la semplice presenza fisica delle Forze dell’Ordine, qualsiasi forma di reato. L’obiettivo specifico è che il controllo del territorio in tutta la provincia appartenga solo ed esclusivamente allo Stato.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Piste ciclabili: un milione e mezzo di euro al Comune di Foggia

Articolo successivo

Lotta al criminalità organizzata: in manette il boss Trisciuoglio e suo figlio