Home»Cronaca»Omicidio a Vieste: freddato il cugino del boss

Omicidio a Vieste: freddato il cugino del boss

Settimo omicidio a partire da gennaio 2015

E’ stato ucciso Gianbattista Notarangelo, 45 anni. L’omicidio è avvenuto lo scorso pomeriggio. Contro Notarangelo, sono stati esplosi almeno sei colpi di arma da fuoco mentre si trovava all’interno di una campagna di sua proprietà alla periferia di Vieste.

La vittima è il cugino di Angelo Notarangelo, considerato il boss di Vieste ed ucciso nel gennaio del 2015.  Sul fatto indagano gli agenti del commissariato di Manfredonia. I killer sarebbero almeno due. Rivenuti sul posto ben 15 bossoli esplosi. Sei proiettili hanno ferito mortalmente Notarangelo.

Con l’omicidio di Gianbattista Notarangelo sale a 7, il conto dei morti ammazzati a Vieste a partire dal 2015.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
1
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Agguato nel foggiano: ferito gravemente un 26enne

Articolo successivo

Violenta rapina in appartamento: individuato uno dei responsabili