Home»Cronaca»Criminalità, novembre da dimenticare per i foggiani

Criminalità, novembre da dimenticare per i foggiani

Novembre si sta rivelando un mese duro per i foggiani. La settimana appena trascorsa è stata infatti costellata da un'escalation criminale preoccupante.

Novembre si sta rivelando un mese davvero duro per i cittadini foggiani. La settimana appena trascorsa è stata infatti costellata da una escalation di attività criminali che hanno progressivamente gettato nello sconforto i cittadini, i quali chiedono a gran voce una risposta da parte delle istituzioni locali e nazionali.

Tutto è cominciato con l’omicidio di Luigi de Stefano, 51 anni, avvenuto in orario serale e in pieno centro storico. De Stefano era già scampato ad un attentato avvenuto cinque anni prima in via Intonti nel quale a perdere la vita fu sua moglie, Giovanna Ferrandino, colpita al capo da uno dei proiettili esplosi dai killer.

Nei giorni successivi l’omicidio de Stefano, due forti deflagrazioni hanno “disturbato” il sonno dei foggiani. Due bombe artigianali hanno divelto le serrande di due attività commerciali, il Proshop in via dello Zodiaco (a pochi metri dal Comune di Foggia) e il negozio di calzature “Inglese, in corso Giannone.

Le bombe piazzate al Proshop hanno rappresentato un ulteriore intimidazione nei confronti del proprietario della catena di negozi per l’igiene della persona, il cerignolano Michele Grieco: solo pochi giorni prima, una raffica di proiettili era stata scagliata verso il figlio dell’imprenditore che, fortunatamente, era rimasto illeso.

La catena di atti criminali ha raggiunto il culmine ieri pomeriggio alle ore 17.45, quando un pregiudicato 31enne di nome Mimmo Falco è stato ferito con dei colpi di arma da fuoco mentre percorreva il centralissimo viale della Repubblica. L’episodio ha spaventato e non poco passanti e abitanti della zona: in quell’ora, il viale è parecchio frequentato, dunque le conseguenze dell’agguato potevano essere ben peggiori.

 

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Gino Lisa: in piazza gli studenti e Forza Nuova, assenti le istituzioni

Articolo successivo

Foggia, agguato a un pregiudicato in via della Repubblica