Home»Cronaca»Manfredonia: arrestati due pregiudicati

Manfredonia: arrestati due pregiudicati

Il primo per furto aggravato, il secondo su disposizione dell'a.g.

I Carabinieri di Manfredonia hanno tratto in arresto due pregiudicati del posto, il 26enne LA FORGIA Domenico e il 47enne STARACE Filippo. Il primo per furto aggravato, il secondo su provvedimento dell’Autorità Giudiziaria.

Nel corso della mattinata di ieri, su segnalazione di un cittadino che aveva visto un uomo scavalcare la recinzione, la Centrale Operativa ha inviato i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Manfredonia in servizio di perlustrazione sul territorio, presso l’impianto di sollevamento dell’Acquedotto Pugliese di via Scaloria.

Immediatamente sono giunti sul posto più equipaggi dell’Arma e, mentre alcuni militari sono rimasti a controllare il perimetro esterno, altri sono saltati all’interno della proprietà, dove hanno subito notato alcune lastre metalliche penzolanti dal parapetto di una finestra del deposito, finestra che presentava i vetri infranti, ed in corrispondenza di essa, a terra, ulteriori lastre accatastate meticolosamente.

Gli stessi militari hanno quindi visto un giovane che, nel tentativo di sfuggire, si era letteralmente lanciato da un’altra finestra dello stesso deposito, alla quale oltre ai vetri infranti era stata danneggiata l’inferriata. Immediatamente bloccato, l’uomo presentava le mani e gli indumenti sporchi della stessa sostanza oleosa presente sulle lamiere rinvenute accatastate.

Si è quindi provveduto a contattare personale dipendente dell’AQP che, giunto in loco, ha riconosciuto il materiale come di proprietà dell’AQP stesso e, in particolare, le lamiere facenti parte e asportate dal trasformatore dell’alta tensione dell’impianto di sollevamento, utilizzato per le apparecchiature elettriche del servizio pubblico, la cui funzionalità è risultata fortemente pregiudicata a causa di tale manomissione. Il danno patito dall’ente infatti è stato quantificato in circa 20.000 Euro; i lamierini rinvenuti già all’esterno dell’edificio sono stati  400, della grandezza di 18 x 100 cm e del peso di gr. 500 l’uno.

A conclusione degli accertamenti LA FORGIA Domenico è quindi stato dichiarato in arresto per furto aggravato e, poiché di fatto senza fissa dimora, tradotto presso il carcere di Foggia su disposizione dell’Autorità Giudiziaria ed in attesa di convalida.

STARACE Filippo invece, è stato tratto in arresto dai militari della Stazione Carabinieri di Manfredonia, anche questi nel corso di un servizio di controllo del territorio, su esecuzione di un provvedimento emesso nei suoi confronti dal Tribunale di Foggia.

L’uomo, noto pluripregiudicato del posto, era stato arrestato in flagranza l’ultima volta per furto in abitazione lo scorso 9 ottobre 2016, ed era attualmente sottoposto all’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria, obbligo che aveva abbondantemente disatteso senza alcuna giustificazione, non essendosi presentato al Comando Stazione Carabinieri di Manfredonia per ben otto volte negli ultimi 40 giorni.

Alla luce di ciò è stato quindi segnalato all’Autorità Giudiziaria competente che, preso atto, ne ha disposto l’arresto e la sottoposizione alla più grave misura cautelare domiciliare ove, al termine degli accertamenti, è stato condotto dagli uomini dell’Arma.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Un Manifesto per il Parco chiede di fare sintesi

Articolo successivo

92 anni e una passione indescrivibile per il Foggia: Sportube dedica uno speciale a Nonno Ciccio