Home»Cronaca»Lavavetri sorpresi ad armeggiare con una sostanza altamente cancerogena

Lavavetri sorpresi ad armeggiare con una sostanza altamente cancerogena

Il sequestro di una tanica da 23 litri

La Polizia Locale, coadiuvata dalle guardie FareAmbiente, ha provveduto al sequestro di una tanica da 23 litri di una sostanza altamente cancerogena. Il sequestro è avvenuto in via Manfredonia.

“Sempre lieti di collaborare con la polizia locale e le forze dell’ordine al servizio della nostra comunità.
Questa mattina personale della Polizia locale di Foggia interveniva all’intersezione semaforica tra via Manfredonia e via Sant’Antonio per la presenza di alcuni lavavetri. All’arrivo della pattuglia i lavavetri si davano alla fuga e lasciavano al suolo una grossa tanica da 23 kg atta alla conservazione di tetracloroetilene una sostanza altamente tossica e cancerogena. La tanica, al momento dell’accertamento degli agenti, era vuota ma probabilmente veniva usata dai lavavetri come raccoglitore di scorte d’acqua per la loro attività illegale. A scopo precauzionale, vista la possibilità che all’interno della stessa ci fosse qualche residuo della sostanza tossica, gli operatori di polizia locale hanno provveduto a sequestrare la lattina e ad affidarla alle Guardie Comunali di FareAmbiente per il corretto smaltimento.” si legge sulla pagina Facebook delle Guardie Fare Ambiente.

0
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Vieste: La Guardia Costiera risponde alle domande degli operatori del settore turistico-balneare

Articolo successivo

"Musica nelle corti di Capitanata"

Nessun commento

Lascia un commento