Home»Cronaca»Landella non ha dubbi: il ghetto di Borgo Mezzanone va smantellato

Landella non ha dubbi: il ghetto di Borgo Mezzanone va smantellato

Situazione non più tollerabile

Il Sindaco Landella ci va giù pesante sulla situazione del ghetto di Borgo Mezzanone e afferma: va smantellato. Le dichiarazioni arrivano poche ore dopo l’arresto del quarto uomo coinvolto nell’omicidio di Desirèe Mariottini

“A titolo personale e a nome dell’intera città di Foggia esprimo le mie più vive congratulazione al Questore di Foggia, Mario Della Cioppa, ed alla Squadra Mobile della Questura del capoluogo dauno per aver individuato e bloccato in tempi rapidi, nei pressi del Centro richiedenti asilo di Borgo Mezzanone, il cittadino ghanese accusato assieme ad altre persone della morte della 16enne Desirée Mariottini, la ragazza trovata morta a Roma a causa di una overdose e dopo aver subito uno stupro di gruppo.
Come già ho avuto modo di denunciare altre volte, il ghetto che si è sviluppato di fianco al CARA è diventato terra di nessuno, dove è possibile commettere reati come spaccio di droga e sfruttamento della prostituzione e dove, evidentemente, è possibile nascondersi dopo aver commesso un così grave reato.

Una vera e propria baraccopoli che ospitata centinaia, o forse migliaia, di stranieri irregolari che spesso di giorno si riversano in massa nella nostra città bivaccando per le strade. Nei prossimi giorni chiederò nuovamente al governo di poter sgomberare il ghetto e porre fine ad una situazione divenuta non più sostenibile”

8
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Il portale nascosto di San Martino

Articolo successivo

La Polizia setaccia San Severo: in manette tre elementi di spicco della criminalità

Nessun commento

Lascia un commento