Home»Cronaca»Sventato furto di cavi di rame, Landella invita la cittadinanza a denunciare

Sventato furto di cavi di rame, Landella invita la cittadinanza a denunciare

Landella: "un fenomeno odioso che provoca disagi alla popolazione"

Diversi cittadini, nei giorni passati, hanno segnalato il malfunzionamento dei lampioni della luce nella zona ospedaliera, cosi il primo cittadino ha inviato una squadra sul posto che ha scoperto un tentato furto di cavi di rame in atto. Ecco le parole del sindaco Franco Landella in merito alla vicenda:

“La squadra di intervento comunale per i problemi legati all’illuminazione pubblica, coordinata dall’ing. Michele Gatta, ha individuato la causa dei problemi che hanno lasciato al buio, negli ultimi giorni, il tratto di Via Telesforo tra la rotonda di Via Napoli e quella di Via Silvio Pellico.

Nell’aprire i pozzetti della linea e verificare l’eventuale presenza di corti circuiti, gli operai hanno scoperto che, in quattro dei pozzetti, i terminali dei cavi erano stati recisi. Con ogni probabilità, ignoti hanno compiuto l’operazione per tornare durante le notti successive e rubare i cavi, sfilandoli con un meccanismo apposito. L’interruzione causata dagli aspiranti ladri ha causato lo spegnimento di un’ottantina di lampioni.

La squadra ha immediatamente avviato le operazioni di riallaccio, per cui già questa sera sarà riaccesa buona parte delle lampade pubbliche sull’importante strada cittadina. In ogni caso, i lavori saranno terminati nel più breve tempo possibile, ripristinando la piena illuminazione.

Si raccomanda agli abitanti della zona di prestare attenzione all’eventuale presenza di operai che lavorano in orari notturni: è improbabile che si tratti di lavori commissionati dal Comune, per cui, nel dubbio, invita i residenti a telefonare tempestivamente alle forze dell’ordine, per mettere fine ad un fenomeno odioso che provoca disagi alla popolazione oltre a pesare sulle tasche dei cittadini per le inevitabili e notevoli spese che l’ente deve affrontare per le riparazioni.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Crollo di intonaco al liceo Carolina Poerio

Articolo successivo

Comitato per il NO, a Foggia il costituzionalista Ugo De Siervo