Home»Cronaca»Incidente stradale a Cerignola: proclamato lutto cittadino

Incidente stradale a Cerignola: proclamato lutto cittadino

Giovanissimi e pieni di sogni, 15 anni lei e 17 lui

Cerignola – In seguito al brutale incidente mortale nel quale hanno perso la vita i giovani Aurora Traversi e Agostino Antonacci, il sindaco di Cerignola, Franco Metta, ha istituito il lutto cittadino.

L’automobile condotta da un diciottenne si è schiantata contro un palo della luce per cause non ancora chiarite. Il conducente, un 22enne, ha riportato solo lievi ferite, ed è stato arrestato per omicidio stradale.

La comitiva era a bordo di una Ford CMax. Il conducente del veicolo, per cause ancora in corso di accertamento, avrebbe perso il controllo del mezzo finendo contro un palo della pubblica illuminazione. Nell’impatto l’auto si è praticamente spezzata in due. I due minorenni sono morti prima dell’arrivo dei soccorsi. Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco e i sanitari del 118. Le indagini sono affidate ai carabinieri.

Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri, la comitiva viaggiava a bordo della Ford CMax quando il conducente, per cause ancora non chiare, ha perso il controllo del mezzo finendo contro un palo della pubblica illuminazione. Coinvolta nel sinistro una seconda autovettura a bordo della quale viaggiava un 50enne che è rimasto ferito in modo non grave.

In seguito a quanto accaduto, il primo cittadino ha disposto la proclamazione del lutto cittadino per il giorno in cui verranno eseguite le esequie, e che tutte le attività commerciali compartecipino al lutto cittadino evitando comportamenti e/o attività contrarie allo spirito dello stesso.

E ordina inoltre la bandiera a mezz’astaposta nella Sede Municipale, in segno di lutto e vicinanza nei confronti delle famiglie colpite dall’immane tragedia.

Tutta la comunità di Cerignola si stringe in un forte abbraccio intorno alle famiglie dei due ragazzi scomparsi. Giovanissimi e pieni di sogni, 15 anni lei e 17 lui. Una storia che mai nessuno avrebbe voluto ascoltare e raccontare.

Fonte: lagazzettadelmezzogiorno.it

 

1
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Foggia preparati: Libando sta per tornare

Articolo successivo

Sepalone si racconta: da "Ieri e Domani" a "Civico 120"

Nessun commento

Lascia un commento