Home»Cronaca»Il caso del cane Mia: strappata alla sua padrona dall’ex fidanzato per vendetta

Il caso del cane Mia: strappata alla sua padrona dall’ex fidanzato per vendetta

Questa storia crudele ce la racconta Anna Rita Melfitani dell'associazione "Guerrieri con la coda"

Foggia – Oggi vogliamo raccontarvi una storia molto triste, quella del cane Mia, strappata alla sua padrona dal suo ex fidanzato per vendetta.

Questa storia crudele ce la racconta Anna Rita Melfitani dell’associazione “Guerrieri con la coda“, una storia che colpisce come un forte pugno allo stomaco e non può lasciarci indifferenti.

Partita insieme a Chiara (sua legittima proprietaria) verso la Germania, Mia inizia la sua nuova vita in un mondo tutto nuovo. Le cose all’inizio procedevano bene, la vita scorreva tranquilla fino a quando l’ex della mamma di Mia iniziò ad avere un comportamento violento verso Chiara. La stessa cadde in una forte depressione che la riportò in Italia, nella sua città Foggia.

Chiara disse al suo ex che sarebbe tornata pochi giorni dopo a riprendere Mia. Lui non fece nessuna obiezione dato che Mia era legalmente di Chiara. Da qui nasce l’odissea di Mia e Chiara. Vani i viaggi di Chiara in Germania per riprendersi la piccola, anche dopo aver denunciato l’accaduto alle Forze di polizia. Ad oggi Mia è sparita nel nulla e con lei anche l’ex fidanzato della ragazza.

“Ci troviamo dinanzi ad un caso che sembra quando una coppia si separa e si contengono i propri figli per far dispetto alla controparte. In questo caso chi viene usata per far dispetto alla controparte è la povera Mia – ci dice Anna Rita Melfitani -. Inaccettabile che la povera cagnolina sia usata da chi ha escogitato questa crudeltà solo per far dispetto alla sua ex fidanzata. Non mancheranno dei nostri contatti con le autorità competenti tedesche e con la Farnesina. Riporteremo Mia in Italia dalla sua mamma e se sarà necessario chiederemo l’intervento del ministro degli interni Matteo Salvini”.

Cane Mia
Cane Mia

 

 

0
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Nu quadre antiche: dal 12 gennaio va in scena uno spettacolo sulla storia di Foggia

Articolo successivo

Prima le foto intime e poi l'estorsione: arrestato il ragazzo "mente" del ricatto

Nessun commento

Lascia un commento