Home»Cronaca»I Carabinieri scoprono una piantagione di Marijuana

I Carabinieri scoprono una piantagione di Marijuana

Lo stupefacente, immesso sul mercato, stando alle tabelle ministeriali avrebbe potuto fruttare oltre 400.000 euro.

Nella giornata di ieri i Carabinieri del Comando Compagnia di Lucera e del Gruppo Forestale di
Foggia hanno rinvenuto nel territorio di Castelnuovo della Daunia una piantagione composta da
circa 200 arbusti di cannabis indica.
Il rinvenimento è giunto dopo numerosi servizi di osservazione svolti congiuntamente dai due
Comandi, che hanno visto il dispiegamento sul campo dei militari delle Stazioni di Castelnuovo
della Daunia e Casalnuovo Monterotaro e della Stazione Forestale di Pietramontecorvino, e che si
sono protratti per alcuni giorni. Non è stato infatti facile localizzare la piantagione, che era stata
realizzata all’interno di un’impervia area demaniale, di difficile accesso.
Una volta giunti in località Dragonara i militari hanno scovato le piante di cannabis indica,
dell’altezza media di 1,50 m e già ricchissime di infiorescenze, all’interno di un terreno della
superficie di circa 2500 mq, interamente circondato da alberi ad alto fusto e servito da un impianto
di irrigazione realizzato mediante un sistema di pescaggio acque che attingeva direttamente
dall’alveo del vicino fiume Fortore.
Gli uomini dell’Arma hanno così provveduto a sottoporre a sequestro il sistema di irrigazione,
nonché ad estirpare e distruggere le piante, mentre una parte è stata campionata per essere inviata al
Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti di Foggia per essere sottoposta ad analisi quantitative.
Lo stupefacente, immesso sul mercato, stando alle tabelle ministeriali avrebbe potuto fruttare oltre
400.000 euro.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Manfredonia: i Carabinieri sequestrano un noto ristorante

Articolo successivo

VIII simposio internazionale dell’uva da tavola, dall’1 al 7 ottobre la più importante convention mondiale del settore.