Home»Cronaca»L’accusa di Granosalus : “il grano italiano è miscelato con quello estero”

L’accusa di Granosalus : “il grano italiano è miscelato con quello estero”

Grazie ad un analisi condotta dall'associazione "Granosalus" verrebbero fuori gravi accuse ai più importanti produttori di pasta a livello nazionale: non si fanno attendere le risposte ma le analisi continueranno.

Lo avevamo anticipato qualche tempo fa in un approfondimento sulle cause di abbassamento del prezzo del grano ed ora ,a quanto dicono le analisi condotte dall’associazione “Granosalus”, la maggior parte della pasta che ogni giorno milioni di italiani mangiano sarebbe contaminata da sostanze tossiche: tutto questo non solo denoterebbe la dannosità per l’organismo umano ma andrebbe a confermare ancora una volta come i più grandi marchi produttori di pasta taglierebbero il prodotto italiano con prodotto proveniente dall’estero ed in particolar modo dal Canada ( il più ricco di agenti dannosi ).

Dalle analisi condotto da un laboratorio europeo accreditato per conto dell’associazione a tutela di produttori e consumatori (“Granosalus”) emergerebbe un primo dato fondamentale: due marchi di pasta,in particolar modo “Divella” e “La Molisana” userebbero un prodotto con una percentuale di DON(microtossina) superiore a quanto previsto dalla legge  per i bambini.

Inoltre la compresenza di DON,Cadmio  e Glifosate andrebbe ad evidenziare la miscelazione del prodotto italiano con quello estero e questo, rispetto a quanto detto dal Reg. CE 1881/2006 comma 2 art.3, violerebbe la suddetta norma comunitaria. Secondo le analisi  l’insieme di glifosato(tra gli erbicidi più tossici), metalli pesanti e microtossine sarebbe presente nella pasta “Barilla“, “Voiello“,”De Cecco“,”Garofalo“, “Coop“, “Granoro 100% Puglia” oltre ai marchi sopracitati.

L’associazione “Granosalus” ha inoltre annunciato che grazie alla raccolta fondi ancora in atto non ha alcuna intenzione di fermarsi e che continuerà a finanziare analisi su altri prodotti di pasta e altre sostanze altamente dannose per l’essere umano. In tutta risposta fino ad ora solo la “Coop” ha smentito il tutto.

 

 

fonte:http://www.granosalus.com

 

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
4
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Di Bari: "Vogliamo riscattare il 4-1 dell'andata. Partita non semplice"

Articolo successivo

Cinema 2Day, la Multisala non aderisce al rinnovo dell'iniziativa