Home»Cronaca»Ghetto dei Bulgari: lettera aperta da parte del Presidente della Camera Minorile di Capitanata

Ghetto dei Bulgari: lettera aperta da parte del Presidente della Camera Minorile di Capitanata

I 37 bambini del “ghetto bulgaro” (quanto odio questa definizione) sono ancor lì, tra fango, rifiuti tossici e abbandono totale.

Pregiatissima sig.ra Prefetta,

Egregio sig. Sindaco,

Spettabile Caritas,

è trascorsa più di una settimana… di freddo, neve e pioggia.

I 37 bambini del “ghetto bulgaro” (quanto odio questa definizione) sono ancor lì, tra fango, rifiuti tossici e abbandono totale.

Avete preso un impegno, avete dichiarato che gli interventi sarebbero stati  imminenti.

Nell’occasione del sopralluogo della Garante Nazionale, nella persona dell’avv. Milena de Troia dello scorso 13 gennaio, la Caritas di Foggia (don Francesco Catalano), il Prefetto (dott.ssa Aponte), presenti, dichiaravano che i bambini e le loro mamme, nel giro di pochi giorni, avrebbero usufruito di un centro diurno presso i locali scolastici di Borgo Mezzanone già individuati e messi a disposizione dalla dirigente scolastica (informalmente).

Con questo primo  progetto madre e figli potrebbero trascorrere parte della giornata in luoghi accoglienti.

Il comune ha dichiarato che il pulmino è pronto a partire, i locali ci sono, la Caritas contribuirà con la mensa fredda e il materiale occorrente… e quindi?

Tra competenze territoriali (Foggia\Manfredonia), tra competenze istituzionali e di volontariato, ovvero chi deve fare cosa…

Sono passati 10 giorni… di freddo, neve e pioggia.

 

Il Presidente della Camera Minorile di Capitanata

                                                                                              avv. Maria Emilia De Martinis

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Rosario Cusmai su vicenda collegamento ferroviario diretto Bari-Roma

Articolo successivo

Ufficiale: Riverola alla Reggiana