Home»Cronaca»Traffico di stupefacenti: arrestati due foggiani

Traffico di stupefacenti: arrestati due foggiani

Due uomini foggiani sono stati arrestati per detenzione e spaccio di stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale

Due foggiani sono stati arrestati per detenzione di stupefacenti e resistenza a Pubblico Ufficiale

Nella giornata di ieri, gli agenti della Polizia di Stato della Squadra Mobile della Questura di Foggia – Gruppo Falchi, nel contesto di uno specifico servizio finalizzato al contrasto dei reati inerenti il traffico degli stupefacenti, hanno tratto in arresto Giuseppe Stefano Bruno, classe 1998, foggiano, per detenzione ai fini di spaccio e spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli agenti, hanno sorpreso il giovane all’interno di un circolo sociale nel quartiere San Lorenzo,  proprio nell’atto di cedere alcune dosi di cocaina ad un giovane acquirente.

Nella tasca dei pantaloni indossati, è stata rinvenuta una bustina in cellophane con chiusura ermetica, all’interno della quale vi erano altre tre dosi di cocaina.

La sostanza stupefacente rinvenuta all’interno del circolo sociale è risultata di peso complessivo lordo di grammi 2,10 composta da cinque singole dosi di peso differente.

Nell’autovettura con cui il ragazzo era giunto in Via Castellino. è stato rinvenuto denaro, per complessivi 120,00 euro in banconote da euro 20,00. Il denaro e la droga rinvenuti sono stati sottoposti a sequestro.

Il locale in cui è avvenuto lo scambio è gestito dal noto pregiudicato, già sorvegliato speciale della Polizia di Stato Franco D’Angelo, classe 1958. Lo stesso, insofferente al controllo operato dagli agenti e visibilmente alterato, ha dapprima ingiuriato il personale operante, per poi opporre resistenza all’atto del suo accompagnamento in questura.

Foggiani Arrestati Per Detenzione Di Stupefacenti E Resistenza A Pubblico Ufficiale
Foggiani Arrestati Per Detenzione Di Stupefacenti E Resistenza A Pubblico Ufficiale

Negli uffici della questura, ha manifestato un atteggiamento violento e minaccioso: si è, infatti, scagliato contro gli agenti, costringendoli ad una colluttazione, all’esito della quale è stato immobilizzato, messo in sicurezza e tratto in arresto per resistenza, violenza e minacce a Pubblico Ufficiale.

Entrambi gli arrestati sono stati associati alla locale Casa Circondariale, a disposizione della locale Procura della Repubblica.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Questione aeroporto: la soddisfazione della Confartigianato

Articolo successivo

Intensificati i servizi anti prostituzione