Home»Cronaca»Evasione e residuo pena: due arresti

Evasione e residuo pena: due arresti

Due arresti operati dai Carabinieri

I Carabinieri della Tenenza di Vieste e della Stazione di Mattinata hanno operato due arresti, uno in flagranza di reato a Vieste, nei confronti del pregiudicato 22enne TROIA Michele, e uno in Mattinata su ordine di carcerazione, nei confronti del 79enne ARMILLOTTA Domenico.

TROIA Michele, nel corso di uno dei tanti servizi di prevenzione effettuati dall’Arma della Compagnia di Manfredonia sul territorio di competenza, in occasione di un controllo dei soggetti sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari, cui l’uomo era sottoposto per essere stato recentemente arrestato dagli stessi uomini dell’Arma di Vieste per furto aggravato e tentata estorsione, è stato notato allontanarsi dall’abitazione dove era sottoposto alla misura. Bloccato e condotto presso gli uffici della caserma di Vieste per gli opportuni approfondimenti del caso, al termine della formalità TROIA Michele è stato dichiarato in arresto per il reato di evasione e contestualmente deferito per il reato di tentata estorsione, poiché nell’occasione è anche stato accertato che poco prima aveva costretto con la forza e la violenza madre e sorella a consegnargli del denaro. Al termine delle formalità è quindi stato condotto presso il carcere di Foggia, dove è attualmente detenuto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

ARMILLOTTA Domenico invece, è stato tratto in arresto in esecuzione di un provvedimento emesso nei suoi confronti dall’Autorità Giudiziaria di Foggia, per il quale l’uomo dovrà ora scontare una pena definitiva residua pari ad otto mesi di reclusione domiciliare per un furto aggravato, nello specifico di corrente elettrica, commesso nel 2013 nel Comune di Mattinata e contestato all’epoca dagli stessi uomini dell’Arma.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Furto nell'abitazione di un'anziana: 4 donne senza fissa dimora arrestate dai Carabinieri

Articolo successivo

Tenta di rubare in un negozio di apparecchiature musicali in via Rosati: 16enne denunciato