Home»Cronaca»Maltratta il padre per estorcergli denaro

Maltratta il padre per estorcergli denaro

Un pregiudicato di San Marco in Lamis è stato fermato dalle forze dell'ordine con l'accusa di atti persecutori ai danni del padre

Un pregiudicato di San Marco in Lamis è stato fermato dalle forze dell’ordine con l’accusa di atti persecutori ai danni del padre

Ha maltrattato e malmenato il padre per estorcergli il denaro necessario a comprare droga.

M.A.P., pregiudicato 26enne del luogo, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di San Marco in Lamis con l’accusa di tentata estorsione, maltrattamenti in famiglia e atti persecutori ai danni del padre.

Il genitore, pressato da continue richieste di denaro avanzate dal figlio per far fronte a debiti pregressi, contratti per l’acquisto di stupefacenti, ha dapprima subito minacce ed intimidazioni, poi vere e proprie aggressioni fisiche così, dopo l’ennesimo episodio, ha chiesto aiuto ai Carabinieri.

Fermato Dai Carabinieri Con L'accusa Di Estorsione Ai Danni Del Padre
Fermato Dai Carabinieri Con L’accusa Di Estorsione Ai Danni Del Padre

Quando i militari si sono precipitati presso la loro abitazione hanno sorpreso il figlio che strattonava violentemente il padre, pretendendo del denaro con la minaccia che se non glielo avesse dato lo avrebbe ammazzato a colpi di crick.

L’intervento dei militari ha quindi posto fine a quest’ultima aggressione, ma il povero genitore, nella denuncia presentata, ha esposto una serie di vessazioni, avvenute nel tempo, che era stato costretto a subire dal figlio.

Il giovane, dopo le formalità di rito,  è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso l’abitazione di un parente.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Diciottenne arrestato per spaccio

Articolo successivo

Calciomercato Foggia. In arrivo Michele Somma