Home»Cronaca»Ennesimo furto ai Riuniti: rubata l’auto di un medico

Ennesimo furto ai Riuniti: rubata l’auto di un medico

Terminato il turno, intorno alle venti di ieri sera, il derubato ha fatto l'amara scoperta: la vittima, un noto chirurgo pediatrico, aveva parcheggiato l'auto nel parcheggio interno dei Riuniti

Terminato il turno, intorno alle venti di ieri sera, il derubato ha fatto l’amara scoperta: la vittima, un noto chirurgo pediatrico, aveva parcheggiato l’auto nel parcheggio interno dei Riuniti.

Ennesimo furto avvenuto agli ospedali Riuniti di Foggia, questa volta la vittima è un noto pediatra dell’ospedale foggiano che, terminato il turno intorno alle ore 20 ieri sera –  presso il reparto di chirurgia pediatrica – ha fatto l’amara scoperta.

Episodio ancor più grave se si considera che l’auto della medico era stata regolarmente parcheggiata all’interno dell’ospedale: “Grande amarezza per il danno, ma soprattutto perché avvenuto all’interno dell’ospedale in un posto affollato e mentre ero ad assicurare assistenza ai piccoli pazienti. Ormai è una città dove è diventato difficile essere indenni dalla prepotenza e dalla delinquenza” – ha commentato la vittima su Facebook.

I numerosi precedenti e l’appello delle segreterie aziendali

Non è la prima volta che un episodio del genere si verifica all’interno della struttura ospedaliera, infatti pochi mesi fa le Segreterie Aziendali di FP CGIL MEDICI e FP CGIL Comparto dell’azienda ospedaliero universitaria di Foggia avevano lanciato un appello per “il grave problema dei furti auto perpetrati ai danni dei dipendenti”.

“I sindacati da tempo posto in evidenza il problema atavico dei furti e dei danneggiamenti delle auto dei dipendenti che stazionano nei parcheggi loro riservati nell’area ospedaliera. Purtroppo dobbiamo constatare come ad oggi nulla si stato fatto da parte di questa Amministrazione, sia dal punto di vista della sorveglianza, sia da quello della selettività degli accesi nell’area ospedaliera. I furti continuano con una frequenza quasi quotidiana, ed i danneggiamenti delle auto ormai non si contano quasi più tanto sono diventati all’ordine del giorno. L’ennesimo furto ai danni di una Dottoressa dipendente dell’Azienda si è verificato proprio nel tardo pomeriggio dell’altro ieri. Continuiamo a chiedere da tempo immemore ormai, di intervenire con adeguate misure finalizzate all’incremento dei controlli e ad una maggiore sicurezza, attraverso la realizzazione della videosorveglianza esterna, il potenziamento della vigilanza intraospedaliera, una adeguata iluminazione di tutta l’area ospedaliera e sopratutto attuando una seria limitazione degli accessi degli autoveicoli esterni, vista la abnorme mole di traffico che si registra quotidianamente nell’area ospedaliera. Le istanze e le continue sollecitazioni sollevate dalla scrivente O.S. in merito al problema dei furti d’auto all’interno dell’area non sembrano interessare molto l’Amministrazione degli OO.RR. , che diversamente si è preoccupata solo ed esclusivamente di delimitare e chiudere gli accessi in zone circoscritte, come quella adiacente al polo dell’Area Tecnica e quella prospiciente la palazzina dell’Amministrazione. La scrivente auspica un concreto e risolutivo intervento al fine di evitare che in futuro si verifichino ancora episodi di questo genere, poiché è impensabile che un lavoratore debba recarsi sul posto di lavoro e rischiare concretamente di subire un notevole danno economico a causa del furto o del danneggiamento del proprio mezzo” – vi è scritto nella nota in questione dello scorso marzo.

Fonte: FoggiaToday.it

0
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Isole Tremiti: una legge abolisce la plastica

Articolo successivo

Detenzione ai fini di spaccio: la Polizia esegue un arresto

Nessun commento

Lascia un commento