Home»Cronaca»Edilizia scolastica: finanziamenti sbloccati dalla Provincia di Foggia

Edilizia scolastica: finanziamenti sbloccati dalla Provincia di Foggia

La Provincia ha finalmente sbloccato 15 milioni di euro per la messa in sicurezza, la ristrutturazione e il consolidamento dell'edilizia scolastica

Nota dell’UDS Foggia (Unione Studenti Antifascisti):

La Provincia ha finalmente sbloccato 15 milioni di euro per la messa in sicurezza, la ristrutturazione e il consolidamento dell’edilizia scolastica della città informandoci di una notizia più che positiva.
Questo risultato giunge però in ritardo di due anni rispetto allo stanziamento di marzo 2014 messo in atto dal governo, con il quale venivano investiti quasi quattro miliardi di euro su tutto il territorio nazionale per intervenire dove necessario. Nella provincia di Foggia le strutture che necessitavano di essere recuperate dallo stato di grave abbandono nel quale erano lasciate ormai da anni, sono state oggetto di innumerevoli rivendicazioni da parte della comunità studentesca, tra cui la più evidente in occasione del 29 ottobre 2015. Noi studenti in questa data, infatti, presentammo all’Ente un documento incentrato oltre che sugli spazi di aggregazione studentesca, il comodato d’uso e i trasporti, soprattutto sull’Edilizia, presentando un elenco dettagliato delle problematiche presenti in ogni istituto della provincia.
In particolare, al Liceo POERIO evidenziavamo come l’edilizia fosse carente non solo per il rivestimento esterno (intonaco, tinteggiatura, calce etc.) ma anche per problemi ben più gravi come l’infiltrazione d’acqua nei muri e i buchi che rivelano la struttura di mattoni e ponevamo l’accento su un caso ancora più grave, riguardante la sede distaccata del Liceo Lanza. I ragazzi di BOVINO, infatti, svolgono le lezioni in un edificio della comunità montana, situato a un kilometro dal paese: da due anni ormai i disagi per l’assenza di un trasporto pubblico adeguato si moltiplicano, accompagnati dalla scarsa attitudine della struttura ad essere utilizzata come scuola poiché mancante di laboratori, aule vere e proprie e una palestra.
I finanziamenti finalmente sbloccati a distanza di un anno devono dunque garantire il diritto allo studio agli studenti di Foggia e della Provincia: sono necessari interventi seri e non i soliti rattoppamenti che puntualmente aggravano il problema o lo lasciano intatto al suo posto.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Biblioteca, istituito il Fondo "Antonio Pellegrino"

Articolo successivo

Cantina in Festa a Borgo Incoronata: il programma del 5 e 6 novembre