Home»Cronaca»Doping: operazione Spartacus da parte della Guardia di Finanza, 4 misure cautelari

Doping: operazione Spartacus da parte della Guardia di Finanza, 4 misure cautelari

Indagini avviate dopo la morte di Gianni Racano

Nella prima mattinata odierna, nell’ambito di un’attività coordinata dalla Procura della Repubblica di Foggia, personale della Guardia di Finanza di Foggia e della Squadra Mobile di Foggia hanno eseguito la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di quattro persone.

L’attività d’indagine ha preso impulso dalla denuncia sporta dal padre di Racano Giovanni, giovane bodybuilder foggiano, allorquando il figlio veniva ricoverato, in gravissime condizioni di salute, presso gli O.O.R.R. di Foggia e, successivamente, trasferito presso l’ospedale S. Paolo di Bari dove il 17 aprile 2016 moriva. Pertanto, personale della Squadra Mobile e della Guardia di Finanza intraprendevano un’attività info-investigativa nei confronti del preparatore atletico del Racano e di altri soggetti che gravitano nel mondo dei bodybuilder. L’attività investigativa ha consentito l’emissione di quattro provvedimenti restrittivi. I particolari dell’operazione verranno forniti in sede di conferenza stampa che si terrà questa mattina alle ore 10.30 presso gli Uffici della Procura della Repubblica di Foggia

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Dipartimento di Giurisprudenza, il nuovo “direttore” è donna: la prof.ssa Donatella Curtotti.

Articolo successivo

Orsara celebra l’Arcangelo e accoglie la sua città gemella del Piemonte