Home»Cronaca»Dipendenti assenteisti del Comune di Foggia sospesi

Dipendenti assenteisti del Comune di Foggia sospesi

Il dirigente del Servizio Personale del Comune di Foggia, Claudio Taggio, ha disposto oggi la sospensione dal servizio dei 20 dipendenti denunciati per truffa allo stato.

Il dirigente del Servizio Personale del Comune di Foggia, Claudio Taggio, ha disposto oggi la sospensione dal servizio dei 20 dipendenti assenteisti, raggiunti dalle misure cautelari secondo l’inchiesta della Procura di Foggia.

Il dirigente Antonio Stanchi è stato sospeso sia dal servizio sia dall’incarico dirigenziale, così come stabilito dal decreto firmato dal sindaco Franco Landella, attraverso cui il primo cittadino si riserva inoltre l’adozione di ulteriori provvedimenti, in applicazione delle decisioni adottate dall’Autorità Giudiziaria nel prosieguo del procedimento penale e dalle determinazioni assunte dalla Commissione Disciplinare del Comune di Foggia. Stanchi, in qualità di dirigente, non aveva l’obbligo della timbratura del cartellino, dunque non può essere accusato di assenteismo. Timbrava comunque il cartellino alla moglie.

Assenteismo al Comune di Foggia: chi sono i dipendenti fannulloni

Le 20 sospensioni dal servizio dei dipendenti assenteisti sono state disposte con decorrenza dal 9 maggio 2016 ed hanno innescato, come detto, l’apertura formale di altrettanti procedimenti disciplinari a carico dei dipendenti coinvolti nell’inchiesta.

Proprio ieri, 13 degli arrestati sono stati sottoposti ai primi interrogatori. Il sindaco Franco Landella ha affermato che il Comune di Foggia si costituirà parte civile nel processo.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Marasco: «Foggia è nel caos, Landella si dimetta»

Articolo successivo

Pietramontecorvino, cani randagi: assemblea cittadina il 14 maggio