Home»Cronaca»Culturista morto per doping, arrestato il titolare di una palestra foggiana

Culturista morto per doping, arrestato il titolare di una palestra foggiana

L'accusa? Il commercio illegale di sostanze dopanti, che potrebbe essere alla base della morte di un atleta 30enne.

Svolta nelle indagini sulla morte del culturista foggiano Gianni Racano: gli agenti della Squadra Mobile e la Guardia di Finanza hanno arrestato il titolare di una palestra. L’accusa? Commercio illegale di sostanze dopanti.

Le indagini sono partite dal decesso dell’atleta foggiano 30enne, morto dopo una settimana di coma. Secondo l’accusa, Racano sarebbe morto proprio per aver assunto sostanze dopanti in vista di un’importante gara di culturismo. Un altro atleta aveva avvertito problemi di salute, ma per lui le cose si sono risolte positivamente.

Ora l’arresto del titolare di una palestra foggiana: vi terremo informati su eventuali ulteriori sviluppi.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
3
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Fiera di Foggia, Cera: «Nominare il presidente con selezione pubblica»

Articolo successivo

Monti Dauni, Premio Lupo: presentati i migliori lavori del 2015 e il nuovo bando