Home»Cronaca»Controllo straordinario del territorio: 4 arresti

Controllo straordinario del territorio: 4 arresti

Servizio straordinario da parte della Polizia di Stato

Ieri, nell’ambito del Piano straordinario di Sicurezza pubblica e di Controllo integrato del territorio e del Piano Operativo Interprovinciale, definiti dal Questore Mario Della Cioppa ed ulteriormente intensificati per le festività di fine anno, che prevedono servizi di controllo del territorio ad “Alto Impatto” con un sinergico e contemporaneo impiego di tutte le forze territoriali della Polizia di Stato, Agenti della locale Squadra Mobile, del Reparto Prevenzione Crimine, dei Commissariati della P.S. di Cerignola e San Severo con l’ausilio di unità cinofile hanno effettuato le operazioni di seguito indicate, con arresti ed esecuzioni di provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria:

FOGGIA

Arrestato D.N., foggiano, classe 1953, per il reato di fraudolento danneggiamento dei beni assicurati.

Gli Agenti della Squadra Mobile hanno rintracciato il D.nei confronti del quale grava un ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare per reclusione di anni 1 e mesi 6.

L’uomo attualmente si trova presso la propria abitazione a disposizione della Procura della Repubblica competente.

CERIGNOLA

Eseguita da Agenti del locale Commissariato di P.S., ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di P.G., cerignolano, classe 1955 per atti persecutori, rapina aggravata ed estorsione; nei confronti della moglie di quest’ultimo, D.V., classe 1957, è stata eseguita ordinanza degli arresti domiciliari per atti persecutori. I fatti risalgono all’aprile 2017, quando vicini della coppia si erano trasferiti nella loro nuova abitazione. La famiglia offesa aveva incominciato a ricevere insulti, aggressioni fisiche e intimazioni a lasciare l’abitazione da parte dei coniugi P. e D.. Così pressanti erano state le minacce che la famiglia offesa, anche per tutelare le figlie minori, aveva deciso di abbandonare la nuova casa. Nel settembre 2017 il P., incontrato il vicino di casa all’ingresso di un istituto di credito di Cerignola , lo aveva minacciato per farsi consegnare la somma di mille euro e, di fronte all’inerzia dell’uomo gli aveva sferrato un violento pugno.

Eseguite n.2 ordinanze applicative della misura cautelare del divieto di avvicinamento alla persona offesa a carico di due cerignolani, G.V., classe 1970 e M.F., classe 1989, entrambi per atti persecutori nei confronti delle ex compagne.

Il G.V., era già destinatario del provvedimento di ammonimento del Questore di Foggia nello scorso mese di agosto per condotte persecutorie in danno della parte offesa una volta cessata la loro

relazione, perché continuava a porre in essere atti persecutori in danno della stessa, molestandola ripetutamente, al punto da costringerla ad abbandonare la propria abitazione, vicina a quella dell’uomo;

M.F., con piccoli precedenti, era già destinatario del provvedimento di ammonimento del Questore di Foggia nell’agosto dello scorso anno per condotte persecutorie nei confronti di un’altra ragazza con la quale aveva intrattenuto una relazione sentimentale. Lo stesso, a seguito della decisione della parte offesa di interrompere la relazione sentimentale per diversi tradimenti e per l’abuso da parte dello stesso di sostanze alcoliche, dava adito ad un crescendo di violenze partite con insulti e minacce, estese anche al padre ed alla sorella di lei, fino a giungere a schiaffi e pugni, generando così nella donna ansia a tal punto da farle cambiare le abitudini di vita.

Le predette ordinanze sono state emesse dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia.

SAN SEVERO

E’ stato tratto in arresto C. P., classe 1960, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Gli Agenti della Squadra Mobile, del Commissariato di P.S. locale e del Reparto Prevenzione Crimine, avendo accertato che il C. svolgeva attività di spaccio, hanno eseguito una perquisizione nell’abitazione del predetto, nel corso della quale è stata rinvenuta sostanza stupefacente del tipo hashish per un peso di grammi 70 circa e marjuana per un peso di 140 grammi circa, unitamente a materiale per il confezionamento e tre boccette di metadone.

L’arrestato è stato condotto presso la Casa Circondariale di Foggia a disposizione della Procura della Repubblica.

I controlli da parte della Polizia di Stato continueranno, senza sosta, anche nei prossimi giorni al fine di assicurare un incisivo contrasto alla criminalità ed aumentare nei cittadini di tutta la Provincia la percezione di sicurezza.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Vacca-Foggia al passo d'addio. C'è il Bari

Articolo successivo

Furto aggravato in concorso: in manette un giovane foggiano