Home»Cronaca»Consorzi di Bonifica, 42 milioni in provincia di Foggia. Protesta il Salento

Consorzi di Bonifica, 42 milioni in provincia di Foggia. Protesta il Salento

Solo il Salento protesta vivamente contro i consorzi di bonifica? Certo, se Capitanata e Gargano ottengono oltre i 4/5 delle risorse complessive destinate agli interventi proposti dai Consorzi di tutta la Puglia…”, lo afferma in una nota il Consigliere regionale della Lega, Andrea Caroppo Segretario Regionale del partito

“Solo il Salento protesta vivamente contro i consorzi di bonifica? Certo, se Capitanata e Gargano ottengono oltre i 4/5 delle risorse complessive destinate agli interventi proposti dai Consorzi di tutta la Puglia…”, lo afferma in una nota il Consigliere regionale della Lega, Andrea Caroppo Segretario Regionale del partito.
«Ho letto oggi sulla stampa affermazioni tese a sminuire le proteste dei cittadini salentini che pagano per servizi inefficienti laddove proprio oramai inesistenti…ma i salentini non sono pazzi: hanno ragioni da vendere, ancor più se si considera che:
1) Con DGR n.1871 del 17.11.2017 la Giunta Regionale Pugliese ha ripartito così le risorse per il primo programma di interventi per l’attuazione dell’azione “infrastrutture per la risorsa idrica”
Consorzio di Bonifica Capitanata € 26.650.000,00
Consorzio di Bonifica Gargano € 15.500.000,00
Consorzio di Bonifica Terre d’Apulia € 10.000.000,00
Consorzio di Bonifica Stornara e Tara € 2.850.000,00
Consorzio di Bonifica Arneo € 2.500.000,00
Consorzio di Bonifica Ugento Li Foggi € 2.500.000,00;
2) In sede di riunione presso la sede del Dipartimento all’Agricoltura, la ripartizione delle risorse finanziarie residue recate dal Patto per la Puglia FSC 2014/2020, è stata stabilita dall’Assessore come di seguito:
Consorzio di Bonifica Capitanata € 28.000.000,00
Consorzio di Bonifica Gargano € 8.000.000,00
Consorzi di Bonifica Commissariati € 14.000.000,00
(Arneo, Terre d’Apulia, Stornara e Ugento)
Probabilmente ora sarà più chiaro a tutti perché i salentini sono arrabbiati e perché occorre dire basta a questa porcheria”

fonte: teleradioerre

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Eventi estivi della Città del Cinema a Foggia. Il Programma

Articolo successivo

"Opportunità e finanziamenti per artigiani ed imprenditori": il 5 Luglio a Manfredonia