Home»Cronaca»Ancora un colpo alla malavita Garganica: in manette un noto pregiudicato

Ancora un colpo alla malavita Garganica: in manette un noto pregiudicato

Un altro pregiudicato assicurato alla giustizia

Nelle decorsa giornata Agenti della Squadra Mobile della Questura di Foggia Gruppo Manfredonia, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Foggia, hanno dato esecuzione alla misura della custodia cautelare in carcere nei confronti di P. G. classe 1991 pregiudicato viestano, elemento di spicco dell’omonimo clan operante su Vieste.

La pressante attività posta in essere dagli uomini della Polizia di Stato, sia sotto il profilo del controllo del territorio, con una costante presenza delle pattuglie dei Reparti Prevenzione Crimine, in attuazione di una progettualità del Questore della Provincia di Foggia finalizzata all’implementazione della già importante presenza delle Forze di Polizia sul comune garganico, recentemente teatro di efferati crimini, nonché l’attività di indagine capillare condotta dalla Squadra Mobile, hanno consentito di acclarare che il P. , nonostante il regime degli arresti domiciliari cui era stato sottoposto a seguito dell’arresto per porto e detenzione di arma clandestina, incontrava regolarmente presso la propria abitazione vari pregiudicati, venendo così di fatto vanificate le esigenze cautelari richiamate nel provvedimento della misura degli arresti domiciliari.

Gli elementi raccolti consentivano pertanto di richiedere all’A.G. l’inasprimento della misura cautelare con la sostituzione della misura domiciliare con quella restrittiva presso la Casa Circondariale di Foggia ove il P. G. è stato condotto. Viene così inflitto dalla Polizia di Stato un altro duro colpo alla criminalità organizzata garganica.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Fortunato Cerlino, l'attore che interpreta Pietro Savastano in Gomorra, arriva a Foggia

Articolo successivo

Messa in sicurezza SS89: c'è l'accordo con Anas. Lavori completati in 3 anni