Home»Cronaca»I Carabinieri si presentano a casa sua per arrestarlo, ma sono costretti ad ammanettare anche sua figlia

I Carabinieri si presentano a casa sua per arrestarlo, ma sono costretti ad ammanettare anche sua figlia

Costretti ad arrestare anche la giovanissima figlia per resistenza

Nella serata di mercoledi scorso a San Marco In Lamis i militari della locale Stazione Carabinieri hanno tratto in arresto CALVANO Michele, residente nello stesso comune, cl. '58, nullafacente, già noto alle Forze dell’Ordine, in esecuzione di un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale – Ufficio esecuzioni penali di Foggia. Il Calvano dovrà espiare la pena di due anni di reclusione a seguito di una condanna per una rapina aggravata, commessa a San Marco In Lamis nel 2011 ai danni di un cittadino del posto. In quella circostanza il Calvano, insieme ad un complice, aveva percosso la vittima per sottrargli il denaro che aveva con sé. Durante le fasi dell'arresto i Carabinieri operanti hanno dovuto poi arrestare per resistenza a pubblico ufficiale anche CALVANO Valentina, cl. '99, figlia di Michele, la quale, allo scopo di impedire l’arresto del padre, aveva spintonato ripetutamente i militari, minacciandoli e tentando di colpirli con calci e pugni. L’Autorità Giudiziaria ha quindi disposto la traduzione del padre presso la casa circondariale di Foggia, e l’accompagnamento della figlia presso il suo domicilio, in regime di arresti domiciliari.

0
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Polizia rinviene autovetture rubate

Articolo successivo

Detenzione abusiva di munizionamento: in manette un trentenne

Nessun commento

Lascia un commento