Home»Cronaca»Arrestati tre giovanissimi sorpresi con pistola e passamontagna

Arrestati tre giovanissimi sorpresi con pistola e passamontagna

I Carabinieri della Compagnia di Vico del Gargano hanno tratto in arresto un diciassettenne e altri due giovanissimi

I  Carabinieri della Compagnia di Vico del Gargano hanno tratto in arresto un diciassettenne e altri due giovanissimi, il diciottenne Matteo BOCALE e il diciannovenne Gianluca DELLA MALVA, con l’accusa di detenzione e porto illegale di arma clandestina in concorso e ricettazione. I tre ragazzi, originari di Cagnano Varano e Ischitella, sono stati intercettati e bloccati da una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile del NORM e da personale della Stazione di Ischitella nel corso di una serie di controlli alla circolazione stradale lungo la S.S. 693, mentre si trovavano a bordo di una Fiat Panda, peraltro condotta proprio dal minore, che era stata rubata due giorni prima. I militari, che hanno prontamente riconosciuto l’autovettura, hanno bloccato la corsa dell’utilitaria dopo un breve inseguimento in località San Nicola di Sannicandro Garganico. All’atto del controllo i giovanissimi malviventi hanno gettato dal finestrino una pistola marca Beretta calibro 6,35, con matricola abrasa, e una fedele riproduzione di pistola calibro 7,65, priva del previsto tappo rosso. I Carabinieri, dopo aver recuperato le armi sul ciglio della strada, hanno poi effettuato una perquisizione veicolare, che ha permesso di rinvenire tre passamontagna ed uno “spadino”, arnese da scasso comunemente utilizzato per forzare le portiere delle auto. Il materiale è stato tutto sottoposto a sequestro.

I due maggiorenni, dopo le formalità di rito, sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Foggia, mentre il minore è stato  associato presso l’Istituto Penitenziario Minorile “Fornelli” di Bari.

 

 

 

 

0
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Arrestata rumena sulla quale pendeva mandato di arresto europeo

Articolo successivo

Trio d'eccezione oggi a Foggia. J-Ax con Pio e Amedeo

Nessun commento

Lascia un commento