Home»Cronaca»Arrestati tre giovani foggiani con piccoli precedenti per furti e truffe

Arrestati tre giovani foggiani con piccoli precedenti per furti e truffe

I tre sono stati intercettati da una pattuglia della locale Stazione dopo che si erano impossessati di vari generi alimentari, del valore di oltre 500 euro, in un market della zona a Trinitapoli

I militari della Stazione di Trinitapoli hanno arrestato tre giovani foggiani, tutti con piccoli precedenti per furti e truffe. Si tratta di CARACOZZO RAFFAELE LUIGI, cl. ’91, CARACOZZO AGOSTINO, cl. ’99, e di DI GIUSEPPE PALLADINO DANIELA ROSITA, cl. ’94. I tre, non nuovi alla perpetrazione di furti in danno di esercizi commerciali, sono stati intercettati da una pattuglia della locale Stazione dopo che si erano impossessati di vari generi alimentari, del valore di oltre 500 euro, in un market della zona. Vistisi intimare l’alt dai Carabinieri, i tre, invece che fermarsi, si sono dati alla fuga a bordo della propria autovettura. Bloccati, hanno reagito in modo scomposto al controllo, assumendo un atteggiamento dapprima solo minatorio, ma poi addirittura violento nei confronti dei militari, nel vano tentativo di guadagnarsi la fuga a piedi. I Carabinieri, però, non si sono lasciati sorprendere e, nonostante l’inferiorità numerica, sono riusciti a bloccarli e ad ammanettarli. Amara la sorpresa dei Carabinieri quando, a bordo dell’autovettura, hanno trovato un bimbo di tre anni, figlio di due degli arrestati, di cui i genitori si servivano per passare inosservati durante le loro scorribande. I tre malfattori, che dovranno rispondere dei reati di rapina impropria e di resistenza a Pubblico Ufficiale, su disposizione del P.M. di turno, sono stati rinchiusi nel carcere di Foggia.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Sequestro record di marijuana: bloccato motoryacht al largo del Gargano

Articolo successivo

Faragola, la vicinanza dell’UniFG agli archeologi che hanno lavorato al sito.