Home»Cronaca»57enne Rumeno arrestato per tentato omicidio

57enne Rumeno arrestato per tentato omicidio

I fatti risalgono al 7 Agosto scorso

I Carabinieri della Compagnia di Vico del Gargano hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dall’Ufficio del G.I.P. presso il Tribunale di Foggia, nei confronti del 57enne cittadino rumeno VOINEA Alexandru, accusato del reato di tentato omicidio. I fatti risalgono alla serata dello scorso 7 agosto, quando l’uomo, al culmine di una lite iniziata per futili motivi nel centro cittadino di Ischitella, aveva accoltellato un connazionale 44enne. Alla vittima, immediatamente trasportata e poi ricoverata all’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, era stata riscontrata un’importante ferita da taglio alla base dell’emitorace sinistro. L’attività d’indagine condotta dai Carabinieri ha avuto esito positivo grazie all’immediata intuizione, avvalorata da alcune dichiarazioni testimoniali, che l’autore dell’efferato gesto potesse identificarsi in VOINEA Alexandru.

Tra quest’ultimo e la vittima, infatti, si erano già verificati nel recente passato altri litigi, legati principalmente a problematiche di vicinato. I militari dell’Arma, dopo aver effettuato un accurato sopralluogo che aveva permesso di rinvenire e sequestrare un grosso coltello a serramanico macchiato di sangue, gettato a terra sotto un’autovettura a pochi metri dal luogo del misfatto, avevano poi rintracciato l’aggressore nella propria abitazione, con indosso una maglietta che presentava alcune tracce ematiche. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato associato alla Casa Circondariale di Foggia.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
1
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

I Carabinieri scoprono una discarica abusiva: nei guai 3 rappresentanti delle pubbliche istituzioni

Articolo successivo

Controlli nel weekend da parte dei Carabinieri: 3 arresti