Che la terra ti sia lieve Maresciallo

L'omicida aveva accoltellato un uomo nel 2017

Foggia Reporter

Un altro omicidio in Provincia di Foggia. Questa volta però a morire non è uno dei ‘cattivi’, si tratta di uno dell’altra fazione. Di un buono, del Maresciallo dei Carabinieri di Cagnano Varano Vincenzo di Gennaro.

Un uomo giusto, ligio al suo dovere. Non siamo di certo noi a dirlo, lo testimoniano in tantissimi sui social. Tanti che lo conobbero e lo stimarono, che parlano delle sue prossime nozze nella sua San Severo, che ricordano con amore e rispetto quell’uomo.

Purtroppo la vita di quell’uomo, 47enne, è stata stroncata dalla mano violenta di un 64enne di Cagnano. Si parla di ritorsione, il pregiudicato non avrebbe gradito una perquisizione effettuata qualche giorno prima nei suoi confronti. Così’ si avvicinato, armato di pistola, ai Carabinieri in servizio, uccidendo Vincenzo e ferendo il suo giovane collega.

Giuseppe Papantuono, l’omicida, in strada non doveva esserci. L’uomo, infatti, era un violento. Nel 2017 venne arrestato per aver accoltellato alle spalle un suo concittadino. Non solo, Papantuono era anche dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Il suo posto, probabilmente, era in carcere, non in mezzo ad una strada, armato di pistola.

Nelle note delle agenzie di stampa leggerete che Vincenzo non lascia figli. Non è vero, oggi siamo tutti orfani di un militare coraggioso che è caduto svolgendo semplicemente il suo mestiere. Siamo tutti orfani e questa sera, quando rientreremo a casa, ci sentiremo inesorabilmente più soli.