Ballottaggio, Landella: ‘Contro di me un’armata Brancaleone’

Landella critica l'alleanza contro di lui

Foggia Reporter

Le parole del primo cittadino foggiano, Franco Landella.

‘Ciascuno è libero di fare le proprie scelte. Ma quella guidata da Pippo Cavaliere – ex vicesindaco di Salvatore Chirolli e di Gianni Mongelli, ex candidato alla Camera dei Deputati per il centrosinistra ed anche ex segretario provinciale dello SDI, dunque tutt’altro che un esponente della società civile lontano dalla politica, che però inspiegabilmente prova ad occultare il suo passato come se volesse nasconderlo – non è altro che un’armata Brancaleone. Al suo interno c’è di tutto: da Mimmo Verile a Saverio Cassitti; da Giuseppe Mainiero a Lia Azzarone; da Lucio Tarquinio a Giulio Scapato; da Italo Pontone a Pino Lonigro.
Alcuni di loro sono stati stretti collaboratori del sindaco Orazio Ciliberti, che ha portato Foggia al predissesto finanziario. Altri hanno lavorato gomito a gomito con Gianni Mongelli. Altri ancora hanno svolto una campagna elettorale promettendo di cancellare gli ultimi vent’anni di governo cittadino, salvo poi ritrovarsi fianco a fianco con chi in quei vent’anni è stato sindaco e con politici e partiti descritti come il male assoluto.
È chiaro che il “governo di salute pubblica” è solo lo stratagemma dietro il quale prova a nascondersi un’ammucchiata confusa, che sta assieme con un solo obiettivo: abbattere Franco Landella. È questa la loro unica priorità, non il bene di Foggia.
Ai cittadini, a tutti quelli che si sono recati alle urne il 26 maggio, indipendentemente da chi abbiano votato, pongo una domanda semplice: è questo il governo che volete per la nostra città? Volete davvero essere governati da una rattoppata coalizione in cui nessuno la pensa come il suo alleato e che è nata solo per ingaggiare una battaglia personale contro di me?
Io penso che non sia questo ciò di cui ha bisogno la nostra città. Una città che in questi cinque anni, con sacrifici e tra mille limiti, è comunque cresciuta. Una città che oggi è migliore di quella di cinque anni fa.
Il prossimo 9 giugno è in ballo il futuro di Foggia.
Il prossimo 9 giugno torniamo a votare per il centrodestra.
La città non si ferma.’