Home»Attualit໑Zero cani in canile’, da Vieste a Rai Uno

‘Zero cani in canile’, da Vieste a Rai Uno

Definito dall'ANCI 'una buona pratica', il progetto nato nella nostra provincia sta facendo il giro della penisola

Definito dall’ANCI ‘una buona pratica’, il progetto nato nella nostra provincia sta facendo il giro della penisola

Domani mattina, 3 ottobre, la trasmissione di Rai Uno “Unomattina” dedicherà uno speciale al progetto ‘Zero cani in canile: il randagismo da peso a risorsa sociale ed economica’.

Il progetto – nato a Vieste da una idea dell’esperta di Marketing territoriale Francesca Toto – è stato portato avanti dai volontari della LNDC  Animal Protection di Vieste insieme alle istituzioni, con risultati che hanno portato la città a non avere più bisogno di un canile rifugio e ne hanno fatto una delle mete più rinomate in Italia e all’estero in materia di turismo Animal Friendly.

Il progetto era stato presentato in anteprima nazionale lo scorso febbraio in Campidoglio  e definito dall’ANCI una “buona pratica”: oggi sta prendendo piede in molte altre regioni e città italiane.

Importante, per la sua buona riuscita, il ruolo della Task Force, prevista dal progetto, costituita da Forze dell’ordine che supportano e allo stesso tempo lavorano per la prevenzione dell’ illecito business che ruota intorno agli animali e che è la vera causa del randagismo in Italia.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
1
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Commercialista nei guai: ecco di chi si tratta

Articolo successivo

Benevento-Foggia. Kragl migliore in campo secondo i nostri lettori