Home»Attualità»Piano Urbanistico Generale, firmata la convenzione per il conferimento dell’incarico

Piano Urbanistico Generale, firmata la convenzione per il conferimento dell’incarico

Sarà Francesco Karrer ad occuparsi del Piano Urbanistico Generale della nostra città

Sarà Francesco Karrer ad occuparsi del Piano Urbanistico Generale della nostra città

“Quello che sottoscriviamo oggi non è semplicemente un passaggio formale. È la ripresa di un percorso che era stato smarrito, la prosecuzione di un lavoro analitico e di programmazione finalizzato a dare a Foggia, finalmente, uno schema di regole ed un ordine in materia urbanistica”. È il commento del sindaco di Foggia, Franco Landella, alla stipula della convenzione relativa al conferimento al professor Francesco Karrer dell’incarico finalizzato alla redazione del Piano Urbanistico Generale, avvenuta questa mattina nella Sala Giunta di Palazzo di Città.

“L’idea alla base del concetto di PUG è quella di superare una visione dell’urbanistica ripiegata esclusivamente sul versante edilizio – ha detto il sindaco di Foggia –. Il Piano Urbanistico Generale è lo strumento attraverso cui migliorare la qualità della vita dei cittadini ed occuparsi di una riorganizzazione dei servizi, costruendo le condizioni per nuove opportunità di sviluppo”.

“Aver rimesso in moto il treno che ci porterà all’approvazione del PUG è la dimostrazione, chiara e tangibile, di quanto valore questa Amministrazione comunale abbia assegnato nel suo mandato alla programmazione – ha aggiunto il primo cittadino –. Un dato incontrovertibile, confermato dal varo di atti come il Documento Strategico del Commercio ed il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, che del Piano Urbanistico Generale saranno parte sostanziale”.

Il sindaco, nel salutare il ritorno del professor Karrer a Foggia, ha ringraziato l’assessore all’Urbanistica Francesco D’Emilio, la struttura tecnica del Comune, l’ingegner Paolo Affatato e tutti gli uffici “che in questi anni hanno continuato ad operare, attualizzando le idee e gli spunti che erano emersi nella prima collaborazione dell’urbanista con l’Amministrazione comunale”. “Siamo in presenza di una virtuosa continuità amministrativa – ha specificato Franco Landella – che recupera la visione messa in campo dall’assessore Ciro Mundi. Lo riconosco senza remore, perché sono profondamente convinto che sia un errore restare prigionieri della convinzione che la continuità amministrativa, in presenza di un cambio di guida politica, sia in sé uno sbaglio. E agli imprenditori della città voglio dire con chiarezza che il PUG è strumento di prospettiva e non di paralisi, di ordine e non di freno”.

“Voglio confessare in premessa che per me è un onore aiutare Foggia, una città di cui ho sempre avuto un giudizio estremamente positivo – ha dichiarato il professor Karrer –. L’orizzonte procedurale del mio incarico stima in 531 giorni l’arco di tempo per la redazione del PUG, al netto dei tempi legati agli aspetti di approvazione. Riprendo quindi un lavoro che era stato di grande soddisfazione e che aveva fatto da apripista per un nuovo modo di interpretare la materia urbanistica – ha spiegato il professor Karrer –. Da questo punto di vista il DPP è il quadro di coerenza urbanistica, che questa Amministrazione comunale ha contribuito a migliorare ridefinendo il concetto di interesse pubblico. Un atto di grandissima importanza”.

“Il nostro obiettivo è realizzare un equilibrio armonico tra domanda ed offerta di città. Sul piano della procedura è come se si cominciasse dall’inizio, in modo da ricostruire un quadro di insieme aggiornato, anche alla luce delle novità legislative nel frattempo intercorse – ha evidenziato il professor Karrer –. Il lavoro già fatto, nel passato ed in tempi recentissimi, è un valore aggiunto rilevante, soprattutto per gli step che abbiamo di fronte e che puntano a recuperare almeno tre direttive: la reticolarità della città, la sua funzione nel campo dell’area vasta ed i suoi aspetti più puntuali connessi alla rigenerazione urbana, che va declinata in modo sistemico e tenendo in considerazione innanzitutto i suoi effetti sociali, contenendo, di conseguenza, i ‘costi negativi’”.

“Aumentare attrattività e competitività di Foggia sono le finalità dell’attività che ci apprestiamo a cominciare – ha annunciato il professor Karrer – per le quali sarà decisivo il coinvolgimento della città ed il suo contributo propositivo”.

“Il lavoro che ci attende è importante e premia la caparbietà che ha contraddistinto l’azione dell’Amministrazione comunale in questo ambito sino ad oggi – ha aggiunto l’assessore con delega all’Urbanistica, Francesco D’Emilio –. Non siamo mai stati fermi ed abbiamo operato una costante attualizzazione del patrimonio contenuto nel primo Documento Programmatico Preliminare, che del PUG rappresenta le fondamenta, al quale ha lavorato il professor Karrer. Da allora – ha specificato Francesco D’Emilio – abbiamo approvato qualificanti documenti di programmazione e portato a definizione la vicenda relativa alla cosiddetta Orbitale. Purtroppo non ci sono notizie dell’housing sociale, che però è adesso totalmente nelle mani della Regione Puglia e non del Comune. Abbiamo dunque compiuto numerosi passi in avanti e siamo pronti a mettere questa attività nelle mani del professor Karrer, in modo da rendere ancor più snelli i tempi di redazione del nuovo DPP da discutere in Consiglio comunale. Ovviamente riattiveremo rapidamente tutti i luoghi di confronto e di consultazione con le associazioni di categoria, gli Ordini professionali e più in generale con l’intera comunità”.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Food Truck Festival a San Severo

Articolo successivo

Il film più discusso del momento sarà proiettato a Parco Città