Home»Attualità»Giornata mondiale del diabete: l’Università di Foggia partecipa all’iniziativa

Giornata mondiale del diabete: l’Università di Foggia partecipa all’iniziativa

I medici e le dietiste del Centro universitario eseguiranno i test di Screening, mediante la compilazione di un breve questionario e valutazione del rischio individuale di sviluppare il diabete a 10 anni

Foggia – L’Università di Foggia partecipa agli eventi organizzati in occasione della Giornata mondiale del diabete.

Tante le iniziative in programma, tra cui, quella organizzata, il prossimo 13 novembre, dalle ore 15.00 alle 18.00, dal Centro universitario per la diagnosi e terapia integrata endocrino-metabolica-dietetico-nutrizionale, sito al piano 2° della palazzina poliambulatorio del Policlinico “Ospedali Riuniti” di Foggia.

I medici e le dietiste del Centro universitario dell’Università di Foggia eseguiranno i test di Screening, mediante la compilazione di un breve questionario e valutazione del rischio individuale di sviluppare il diabete a 10 anni. Effettueranno, inoltre, controlli del peso, della glicemia e della circonferenza addome e forniranno consigli utili per prevenire, attraverso l’adozione di sani stili di vita, lo sviluppo della malattia e le sue complicanze.

La Giornata del diabete viene celebrata in tutto il mondo ed è stata istituita nel 1991 dall’International Diabetes Federation e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Il suo scopo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica in merito al diabete, patologia grave e diffusa che può essere prevenuta e curata, grazie anche all’applicazione di corretti stili di vita.

Per maggiori informazioni:

Centro universitario per la diagnosi e terapia integrata endocrino-metabolica-dietetico-nutrizionale

Responsabile, prof. Raffaele Ivan Cincione

Telefono 0881-732604

email ivan.cincione@unifg.it

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Due allevatori sono nei guai: nascondevano munizioni nel mangime per animali

Articolo successivo

Arrestato il 43enne che rubava ai turisti in pellegrinaggio al Santuario di Padre Pio