Home»Attualità»A Foggia e a Candela arrivano 11 velostazioni per i ciclisti che prendono il treno

A Foggia e a Candela arrivano 11 velostazioni per i ciclisti che prendono il treno

Anche Foggia e Candela avranno la loro velostazione

Sono stati finanziati 11 progetti per la realizzazione di altrettante velostazioni all’interno o nelle vicinanze delle stazioni ferroviarie pugliesi per i ciclisti che usano il treno: tra le 11 città pugliesi spuntano i nomi di Foggia e Candela.

I ciclisti che dovranno prendere un treno potranno depositare  in sicurezza la propria bicicletta in spazi in cui potranno usufruire di diversi servizi come manutenzione, noleggio e informazioni turistiche.

I comuni pugliesi che usufruiranno di questo finanziamento sono Molfetta, Foggia, Candela, Lecce, Ruvo di Puglia, Ugento, Putignano, Palo del Colle, Corato, Giovinazzo e Grottaglie. I finanziamenti arrivano dopo la pubblicazione dell’avviso pubblico “Interventi per la realizzazioni di velostazioni all’interno o in prossimità di stazioni ferroviarie”, con una dotazione complessiva di 3 milioni di euro, provenienti dai fondi europei Por Puglia.

Le velostazioni permetteranno di riqualificare le aree ferroviarie, dando impulso a politiche di promozione di nuove e sostenibili modalità di trasporto urbano, riducendo l’utilizzo del mezzo motorizzato in luogo di mezzi di trasporto a basse emissioni.

In queste ore il sindaco di Candela Nicola Gatta, ha espresso sulla sua pagina Facebook tutta la sua gioia per questo progetto. “Cresce il numero di turisti che utilizzano la bici per una mobilità lenta – afferma sul suo profilo social il sindaco di Candela -. Noi ci siamo fatti interpreti di questa nuova tendenza presentando un progetto ed ottenendo un finanziamento di 300 Mila euro per la realizzazione di una velostazione nei pressi del casello autostradale, uno dei principali snodi viari per raggiungere la Capitale della Cultura 2019”.

E ha poi continuato: “non solo Bari e la Murgia Tarantina, ma anche la provincia di Foggia dal Gargano ai Monti Dauni, deve saper cogliere questa grande opportunità”.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Peppe Zullo e il suo "Appuntamento con la Daunia": ad Orsara cuochi internazionali

Articolo successivo

A Foggia arriva uno stage di dizione per acquisire l'eleganza della parola