(Immagine di repertorio)

Asl di Foggia, nuove assunzioni e 80 milioni di finanziamenti

Nuove assunzioni per l'Asl di Foggia: sedici anestesisti, quindici medici ...

Foggia Reporter

Nuove assunzioni per l’Asl di Foggia: sedici anestesisti, quindici medici di pronto soccorso, sei di medicina interna, trenta infermieri e di numerose figure professionali tra cui neurologi, neuropsichiatri, tecnici della prevenzione e operatori tecnici dell’assistenza.

L’annuncio è arrivato direttamente dal direttore generale della Asl Foggia Vito Piazzolla. “Intendo chiarire che punteremo ad assumere professionalità elevate che qualificheranno ulteriormente le dotazioni organiche”. Piazzolla è reduce dai consigli comunali di San Severo e Cerignola, svoltisi la scorsa settimana, grazie ai quali ha potuto recepire le istanze del territorio.

“È nostra intenzione aumentare la permanenza dell’eliambulanza a Vieste nei mesi estivi e posizionarne un altro tra San Severo e Lucera, in modo da coprire l’area dei Monti Dauni – spiega Piazzolla – E ancora, riqualificare, con interventi strutturali e ammodernamenti tecnologici, i servizi territoriali. Lo faremo grazie agli ottanta milioni di euro di finanziamenti FESR che abbiamo appena ottenuto, ma anche attraverso una razionalizzazione delle risorse ed una riduzione degli sprechi, a partire dai fitti che l’azienda paga e che intendiamo azzerare entro i prossimi tre anni”.

In generale, Piazzolla ha assicurato che porterà in Regione le istanze della Capitanata, nonostante tutti i vincoli legislativi: dal programma Operativo che impone un riordino ospedaliero, alla Direttiva europea che stabilisce regole rigide sulla organizzazione dei turni, sino al Decreto 70 del 2015 che fissa il rapporto tra posti letto e abitanti a ‘tre per mille’ e all’ultima Legge di Stabilità per la quale, se l’assistenza ospedaliera non raggiunge il pareggio di bilancio, l’Azienda Sanitaria va in Piano di rientro.