“Salvate tutto ciò che c’è di bello”, ecco le parole di Aldo Moro quando visitò Foggia nel 1966

Ecco le dichiarazioni di Aldo Moro quando venne a Foggia nel 1966

Foggia Reporter

Il 29 aprile 1966 il Presidente del Consiglio dei Ministri, Aldo Moro, visitò la città di Foggia per l’inaugurazione, o meglio la riapertura dopo i lavori di restauro, del Museo Civico della città, della Pinocateca e del meraviglioso Teatro Umberto Giordano, fiore all’occhiello del capoluogo dauno.

In quella circostanza Aldo Moro, in un suo discorso, rivolgendosi alla città e alle sue autorità disse: “…Ma accanto a questo interesse vivo che conduce amministratori e parlamentari a porsi… il problema dello sviluppo di una Foggia moderna e civile, accanto a questo c’è l’assillo di salvare e valorizzare in questa continuità ideale tutto quello che di antico, di vero, di bello, c’è in questa città; Città di avvenire, dunque, che vogliamo assicurare, ma anche città del passato che volgiamo salvaguardare… i cittadini hanno anche bisogno di cose che parlino al loro spirito, di cose che valgano ad esaltare i valori propri della persona umana”.

Il giorno seguente il Presidente del Consiglio inaugurò la XVII edizione della Fiera dell’agricoltura e anche in questo caso, in un discorso, sottolineò l’importanza dell’agricoltura nel panorama economico italiano e della città di Foggia.

Leggi anche: Intervista al Generale che trovò il corpo di Aldo Moro