Home»Sport»Scatto d’orgoglio del Foggia. Vince 2-0 ad Ascoli e rialza la testa

Scatto d’orgoglio del Foggia. Vince 2-0 ad Ascoli e rialza la testa

Il Foggia espugna il "Del Duca" di Ascoli vincendo 2-0 grazie alle reti di Camporese al 66' e Chiricò al 84' e sale a 17 punti in classifica

Il Foggia espugna il “Del Duca” di Ascoli vincendo 2-0 grazie alle reti di Camporese al 66′ e Chiricò al 84′ e sale a 17 punti in classifica lasciandosi sette squadre alle spalle. Seconda vittoria consecutiva in trasferta per i rossoneri dopo quella di Vercelli e prima gara senza subire reti dall’inizio della stagione.

FORMAZIONI UFFICIALI- Stroppa rilancia Nicastro dal primo minuto al posto di Chiricò. Difesa confermata con Loiacono e Celli terzini e la coppia Coletti-Camporese al centro davanti a Guarna.  Rientra tra i convocati Agnelli che si accomoda in panchina. Assenze pesanti in casa Ascoli, con Fiorin che deve rinunciare Favilli, Padella, Buzzegoli e Mignanelli. Confermato il modulo: 4-3-3, con Clemenza e Varela ai lati dell’unica punta Rosseti.

Ascoli (4-3-3): Lanni; Mogos, De Santis, Gigliotti, Cinaglia; Bianchi, Carpani, Parlati; Lores, Rosseti, Clemenza

Foggia (4-3-3): Guarna; Loiacono, Coletti, Camporese, Celli; Deli, Vacca, Agazzi; Nicastro, Mazzeo, Beretta.

PRIMO TEMPO-

Due minuti e il Foggia va vicino al vantaggio con un sinistro al volo di Mazzeo ben imbeccato da Vacca. Al 4′ lo stesso Mazzeo serve (di mano) l’accorrente Deli che trova la risposta di Lanni. Dopo appena sei minuti prima tegola per Stroppa: riacutizzarsi del fastidio muscolare alla coscia sinistra per Deli, che deve abbandonare il terreno di gioco. Al suo posto Fedele. Ritmi lenti, con possesso palla a favore del Foggia. Al 16′ unica iniziativa dei padroni di casa, rasoterra di Clemenza bloccato da Guarna. Dall’altra parte, ci prova Coletti  con un siluro dai trentacinque metri che si spegne a lato. Il primo tempo scivola via senza alcuna emozione, con le due squadre che sembrano aver paura di scoprirsi. Si va al riposo sullo 0-0.

SECONDO TEMPO-

Nella ripresa si continua sulla falasariga del finale di primo tempo con entrambe le formazioni che sembrano accontentarsi dello 0-0. Al 61′ il primo squillo del Foggia: lancio di Mazzeo per Beretta che supera in uscita Lanni e da fuori area, da posizione defilata centra la traversa; sulla respinta ancora Mazzeo calcia al volo di destro senza trovare lo specchio della rete. Passano cinque minuti e i rossoneri trovano il vantaggio: calcio d’angolo di Vacca, indecisione della difesa ascolana e Camporese da due passi batte Lanni. Prima rete stagionale per il difensore ex Benevento che va a gioire sotto la Curva Nord del “Del Duca” gremita da oltre tremila tifosi rossoneri. Al 70′ Chiricò prende il posto di Nicastro. Nell´Ascoli entra D´Urso per Carpani. La reazione dei padroni di casa non si fa attendere: traversone basso di Magos che attraversa tutta l’area di rigore, la palla arriva sui piedi di D’Urso che calcia alto da ottima posizione. Al 75′ Stroppa richiama in panchina Mazzeo per inserire Empereur. Al 84′ arriva il meritato raddoppio del Foggia, ad opera di Chiricò che semina il panico nella difesa bianconera, dribbla Cinagli e supera Lanni con un delizioso mancino sul secondo palo. E’ il 2-0 che chiude la partita. Una occasione per parte nei cinque minuti di recupero: prima Santini conclude tra le braccia di Guarna dall’altezza del dischetto. Allo scadere, Beretta spedisce a lato di testa. Vittoria importante per la classifica e per il morale dopo le polemiche delle ultime settimane.

A fine partita, contestazione dei tifosi di casa all’indirizzo dei giocatori dell’Ascoli.

 

 

2
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Incidente tra Castelnuovo e San Severo: un morto e due feriti gravi

Articolo successivo

Effettuava tatuaggi e piercing in maniera abusiva: arrestato

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *